CASTIGLIONE D/STIVIERE – La violinista Anastasiųa Petrųshak e il pianista Lorenzo Meo protagonisti a Palazzo Bondoni Pastorio

anastasiya petryshak in concerto con il pianista lorenzo meoNella suggestiva cornice del salone aureo affrescato del seicento di Palazzo Bondoni Pastore in Castiglione delle Stiviere (via Marconi 34), sabato 6 aprile dalle ore 20.30 si potrà assistere al concerto per violino e pianoforte che avrà come protagonisti Anastasiųa Petrųshak e Lorenzo Meo con musiche di Szųmanowski, Danze popolari spagnole e Corigliano.

L’appuntamento è inserito nella Stagione musicale 2019 organizzata da Fondazione Palazzo Bondoni Pastorio in collaborazione con l’Orchestra da Camera di Mantova e con il patrocinio del Comune di Castiglione delle Stiviere. A sostenere i promotori dell’iniziativa vi sono anche Fondazione Cariplo e l’Associazione Terre dell’Alto Mantovano.

Anastasiųa Petrųshak nasce in Ucraina nel ‘94. Già all’età di 8 anni inizia ad esibirsi in pubblico, partecipando e vincendo numerosi concorsi di caratura nazionale e internazionale sotto la guida di Marta Kalynchuk. Nel 2005 si trasferisce in Italia per proseguire gli studi di violino che la portano all’età di appena 15 anni ad essere ammessa al corso di alto perfezionamento di violino tenuto da M° S. Accardo all’Accademia Internazionale “Walter Stauffer” di Cremona e all’Accademia Chigiana di Siena, nelle quali si perfeziona tutt’ora.

Anastasiua Petrushak.jpgAppena 17enne si diploma con il massimo dei voti e lode con la menzione d’onore al Conservatorio di musica di Parma “Arrigo Boito”; successivamente si diploma al corso di alto perfezionamento all’Accademia Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola. Nel 2015 ottiene la laurea specialistica ad indirizzo interpretativo del Corso di Alta Formazione Artistica e Musicale con il massimo dei voti e lode con la menzione d’onore, nell’Istituto “C. Monteverdi” di Cremona, con M° Laura Gorna. Contemporaneamente agli studi accademici si è perfezionata con B. Belkin, E. Pace, Z. Brohn, C. Frei, P. Amoyal.

Anastasiųa Petrųshak è stata vincitrice assoluta in numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra cui nel 2012 la XVI Rassegna Musicale “Migliori Diplomati dei Conservatori e degli Istituti Musicali d’Italia 2011” di Castrocaro Terme nel quale risulta anche vincitrice del premio nazionale “Giove” e del premio del pubblico. Nel 2014 è stata vincitrice della XVII edizione del Val Tidone International Music Competitions, al 15° Concorso Nazionale di esecuzione Musicale “Riviera Etrusca” è vincitrice del premio Violinistico, del primo premio assoluto sezione Archi e primo premio assoluto di tutte le categorie deciso dal pubblico, risulta anche fra i 10 Migliori studenti degli Istituti di Alta Formazione Musicale d’Italia.

Lorenzo Meo è un pianista e compositore italiano. Come solista debutta eseguendo il secondo concerto di Rachmaninov Op.18 e il concerto K.491 di Mozart per pianoforte e orchestra. Suona con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra Milano Classica, l’Orchestra Sinfonica Clodiense, l’Orchestra del Conservatorio di Bologna, l’Orchestra Gioseffo Zarlino e l’Orchestra d’Archi di Chioggia, l’orchestra “New York Chamber Players” di New York. Tiene concerti in prestigiose sale tra le quali la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Teatro delle Muse di Ancona, il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro Comunale di Modena, il Teatro Comunale di Ferrara, l’Auditorium Giovanni Arvedi di Cremona, il Teatro Flavio Vespasiano di Rieti, il Teatro della Fortuna di Fano, l’Auditorium del Carmine di Parma, il Fairmount Auditorium, il Mystetskyi Arsenal ed il Plivka – Dovzhenko Center di Kiev, la National Philharmonic di Lviv, la Liederkranz Concert Hall di New York.

Lorenzo Meo (foto di Matteo Sabattini).jpgImpegnato nella divulgazione della musica contemporanea, è dedicatario di diverse composizioni che propone in anteprima in varie rassegne specialistiche. È interprete particolarmente apprezzato di Jaan Rääts: musiche dell’autore estone da lui eseguite sono incise nei cd “Boundaries” (2005) e “The E.P.M. Project” (2009). In qualità di specialista di questo repertorio, nel 2012 è invitato a tenere il concerto di chiusura del New Music Festival presso l’International Art Arsenal di Kiev dove esegue musiche per pianoforte di Jaan Rääts e Erkki-Sven Tüür. Nel 2015 si esibisce alla National Philharmonic di Lviv con un programma interamente dedicato alla nuova musica per pianoforte di sole donne compositrici. Nel 2016 esegue in prima italiana i Concerti per Pianoforte ed Orchestra n.2 Op.70 e n.3 Op.83 di Jaan Rääts a cui fa seguire la prima esecuzione negli USA a New York City. La discografia comprende, oltre ai già citati lavori di Rääts, opere di Hilding Rosenberg, Erkki-Sven Tüür, Arnold Schoenberg, Toru Takemitsu. Ha inoltre all’attivo diverse registrazioni di opere di autori del XXI secolo.

Nelle vesti di camerista si esibisce in diverse formazioni. Il repertorio spazia dalle opere del periodo classico fino ai lavori e ai linguaggi più moderni della “nuova musica”. Dal 2000 al 2005 suona in un apprezzato duo con il violista Antonello Farulli. Di particolare interesse la sua collaborazione con il compositore elettroacustico Luigi Pizzaleo nei progetti per pianoforte e live electronics. Dal 2014 Lorenzo Meo collabora in duo con la violinista Anastasiya Petryshak con un vasto repertorio che include opere dal periodo classico al ventunesimo secolo.

Affianca all’attività di esecutore quella di compositore. Scrive musica da camera e per orchestra, musica elettroacustica mista e musica acusmatica, opere per il teatro musicale. I suoi lavori sono eseguiti in Italia e all’estero in festival importanti e sedi prestigiose: Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, Teatro Comunale di Bologna (Concorso Internazionale 2 Agosto, Bologna), Sala Verdi (Conservatorio di Milano), Teatro Nuovo (Repubblica di S. Marino), Teatro Duse (Bologna), Strumenti e Musica del Presente (Auditorium Varrone, Rieti), Giornate del Contemporaneo (MUSMA, Matera), Rieti Elettroacustica (Teatro Flavio Vespasiano, Rieti), Viva 21st Century (Princeton University, NJ – USA), Journées Numériques (Cité de la musique et de la danse, Strasbourg – FR), London New Wind Festival (Regent Hall, London – UK).

Lorenzo Meo consegue il diploma in pianoforte al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna sotto la guida di Maria Grazia Noferini, perfezionandosi successivamente come solista e camerista presso importanti istituzioni musicali italiane tra le quali l’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma, l’Accademia Musicale Pescarese e l’Accademia Clodiense. Partecipa ai corsi e alle masterclass di musicisti quali Aldo Ciccolini, Paul Badura-Skoda, Boris Bekhterev, Paolo Bordoni, Kostantin Bogino, Alexei Kornienko. Premiato in vari concorsi pianistici, consegue nel 2006 il master triennale di alto perfezionamento in musica da camera con Rocco Filippini presso l’Accademia nazionale di Santa Cecilia a Roma.

BIGLIETTI: 25euro (prime file), 15euro (file intermedie), 10euro (per studenti e gruppi di 10 persone).

PREVENDITE: Orchestra da Camera di Mantova – piazza Sordello 12 Mantova – dal lunedì al venerdì ore 10.00-13.00 | 15.00-18.00

PRENOTAZIONI: 0376.360476 | 347.4628124 — biglietteria@ocmantova.com – acquisto online: www.vivaticket.it

(foto Lorenzo Meo di Matteo Sabattini)

GB

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.