COLLECCHIO – LA SOLITUDINE DELL’ANGELO: MOSTRA ANTOLOGICA DEDICATA A SERAFINO VALLA

SERAFINO VALLA MOSTRA A COLLECCHIO.jpgA Villa Soragna di Collecchio in provincia di Parma, dal 31 marzo al 1° maggio 2019 le opere dell’artista Serafino Valla sono protagoniste di una nuova mostra antologica, curata da Giammarco Puntelli, intitolata “La solitudine dell’ANGELO“. Inaugurazione, domenica 31 marzo alle ore 17.00

 

Successivamente le opere saranno esposte alla Galerie Lacke und Farben di Berlino dall’11 maggio al 7 giugno 2019. Il Rio Edizioni ha dedicato alla vita e all’opera di Serafino Valla il saggio RAPSODIA CON GIRASOLI, scritto a più mani e curato dalla figlia dell’artista padano Giuseppina Valla.

Serafino Valla, un maestro, l’autore di un’arte che descrive il senso della vita, miscelando sapientemente e con istinto, poesia e filosofia. Una pittura, apparentemente semplice, consegna alla storia e agli uomini tutto ciò che riguarda il pensiero, leggero e profondo, dell’incontro e del dialogo.
Sarà un percorso nella storia e per la storia l’antologica di Collecchio, dove portiamo simboli, narrazioni, aforismi dell’uomo internazionale e saggio, le presenze e i silenzi di un maestro dell’arte contemporanea.

Nel percorso delle mostre, presentato a La Notte delle Stelle, quella traccia che unisce nel cielo le stelle come una parte del cammino dell’uomo: in questo caso un uomo con il cappello che vive nel mondo avendo pieno focus e attenzione a ciò che avviene nel suo animo e nel suo spirito.

Serafino Valla ha lasciato un’eredità artistica e culturale straordinaria perché è cosa magica e appunto, straordinaria, osservare le sue opere e, scoprire, rappresentazione dopo rappresentazione, la storia complessa, in costante equilibrio precario, dell’uomo fra poesia dell’anima e filosofia della mente.

rapsodia con girasoli.jpg

RAPSODIA CON GIRASOLI è un libro scritto a più mani; si tratta di una raccolta di testi centrati sulla figura dell’artista Serafino Valla, dove viene pubblicata l’Autobiografia esistenziale a cura della figlia del maestro, Giuseppina Valla. Il libro riporta brani, narrazioni, saggi, assai eterogenei tra loro, diversi per genesi, forma, riferimenti, obiettivi, ma accomunati dall’essere tutti articolati attorno a un certo mondo padano, scomparso da tempo, che fu intriso di una potenza drammatica di assoluta rilevanza e che ha alimentato la vita e l’opera di una generazione o due d’artisti, chiamati a volte erroneamente naïf, tra cui va di sicuro riscoperta la figura di Serafino Valla.

GIUSEPPINA VALLA è nata a Reggiolo nel 1959. Vive a Castelnovo Sotto ed è diplomata all’Istituto d’Arte “G. Chierici” a Reggio Emilia. Nel 2014 ha curato la mostra antologica del padre Serafino, a Palazzo Bentivoglio di Gualtieri, alcuni mesi prima della sua scomparsa. Da quel momento il suo impegno è dedicato a valorizzare l’arte del padre.

Orari di apertura della mostra – dal martedì al venerdì: 9.30-13.00 / 14.30-18.30; sabato: 10.00-13.00 / 15.00-18.00; domeniche e festivi: 10.00-12.30 /15.00-19.00 – lunedì chiuso. Ingresso libero
#informazioni Ufficio Cultura 0521.301231

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “COLLECCHIO – LA SOLITUDINE DELL’ANGELO: MOSTRA ANTOLOGICA DEDICATA A SERAFINO VALLA

  1. Pingback: COLLECCHIO – GIUSEPPINA VALLA PRESENTA IL LIBRO “RAPSODIA CON GIRASOLI” DEDICATO AL PADRE SERAFINO VALLA | Mincio&Dintorni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.