CASTIGLIONE DELLE STIVIERE – MAXI RETATA DEI CARABINIERI: DURO COLPO ALLA GANG DELLO SPACCIO DEI “CINQUE CONTINENTI”

Maxi retata di spacciatori nel quartiere Cinque Continenti, compiuta questa mattina, 27 marzo 2019.  Dopo un’indagine durata otto mesi, all’alba di oggi i carabinieri hanno dato esecuzione a 17 misure cautelari di divieto di dimora nelle province di Mantova e Brescia, emesse dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Mantova, nell’ambito dell’Operazione convenzionalmente denominata “5 Continenti”.

carabinieri maxi retataUn durissimo colpo alle gang dello spaccio che operavano nel noto quartiere ” I cinque Continenti”. La rete si è chiusa dopo mesi di appostamenti, indagini tecniche e riprese video che il magistrato ha ritenuto più che ottimali per emettere i provvedimenti cautelari.

L’indagine, che ha avuto inizio nel mese di settembre 2018 e si è conclusa  nel mese di gennaio 2019, ha consentito di individuare e denunciare complessivamente 21 individui, di cui 17 magrebini e 4 nigeriani, questi ultimi risultati chiedenti asilo.

carabinieri refurtiva 5 continenti.jpg

A conclusione dell’indagine,  sono stati sequestrati, complessivamente, 40 grammi di cocaina, kg. 1,140 di hashish e 100 gr. di marijuana, nonché segnalato alle Autorità Amministrative competenti 20 consumatori abituali di sostanze stupefacenti.

L’indagine ha permesso di accertare che l’attività di spaccio all’interno del “quartiere” ha solide radici: infatti, ogni giorno si smerciano quantità considerevoli di stupefacenti per soddisfare le richieste dei clienti, in prevalenza italiani, che provengono per la maggior parte dal Bresciano e dal Veronese.

Il sistema adottato è semplice ed efficace. Gli spacciatori sanno che se sorpresi con più dosi possono essere arrestati, quindi, ricevuta l’ordinazione, portano con sé solo la dose da vendere. La tecnica è quella di darsi appuntamento in un posto comune, solitamente un bar o un giardinetto, e questi nel quartiere non mancano. Qui solitamente il cliente fa l’ordinazione e paga lo stupefacente. Poi  si passa alla fase successiva, quella della consegna che di regola avviene in altro luogo preventivamente concordato per evitare di essere sorpresi con la droga e i soldi contemporaneamente.

È in questa ultima fase che i carabinieri sono riusciti ad intervenire con rapidità ed efficacia per documentare le cessioni di stupefacenti, elemento fondamentale per dimostrare il reato di spaccio.

La Procura della Repubblica di Mantova, valutati tutti gli elementi raccolti nel corso dell’indagine e condividendo pienamente le risultanze investigative, ha richiesto al GIP del  Tribunale di Mantova l’emissione dei Provvedimenti cautelari a carico dei responsabili.

Nei giorni scorsi il GIP ha pertanto emesso 17 Ordinanze di Misure cautelari di Divieto di Dimora a carico di 17 dei 21 indagati, ai quali vieta, in maniera tassativa, la dimora nella nostra Provincia ed in quella Bresciana, anche se solo temporanea.

All’alba di questa mattina, ben settanta Carabinieri della Compagnia di Castiglione e delle Stazioni dipendenti, affiancati dalle unità cinofile e dal Nucleo Elicotteri  di Orio al Serio (84), coordinati dal Comandante Provinciale di Mantova, Colonnello Fabio Federici, e dal Comandante della Compagnia, Maggiore Simone Toni, hanno dato esecuzione a 13 misure cautelari su 17 emesse, e ad altrettante perquisizioni domiciliari e veicolari, eseguite a carico dei destinatari dei provvedimenti.

Nei confronti dei 4 soggetti al momento resisi irreperibili sono tuttora in corso gli accertamenti per la loro individuazione.

Nel corso delle perquisizioni eseguite questa mattina, mercoledì 27 marzo, nei confronti dei destinatari delle Misure, sono stati rinvenuti complessivamente kg. 1.40 di stupefacente, tra hashish, marjuana e  cocaina.

maxi retata 5 continenti castiglione delle stiviere.jpgIn particolare, nella perquisizione eseguita sulla vettura in uso a carico di  A.M., 40enne magrebino, anch’egli destinatario della Misura di divieto di dimora, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 1(uno) Kg. Hashish e 20 di cocaina, il tutto occultato nel doppio fondo ricavato nel bagagliaio della sua autovettura.  Lo stupefacente è stato individuato dal cane “GROM”, in forza al Nucleo Cinofili di Orio al Serio, già noto per le sue eccezionali capacità.

Grom, infatti, nonostante si trovasse a distanza di diversi metri dalla vettura interessata, si è letteralmente precipitato verso il mezzo, facendo capire chiaramente che nel bagagliaio era presente dello stupefacente. Giusto il tempo di aprire il bagagliaio ed ecco la soddisfazione del cane per avere ottenuto il suo brillante risultato. Dieci panetti di hashish da un etto ciascuno, ancora confezionati con la pellicola in cellophane, venti dosi di cocaina da un grammo ciascuna, il tutto  pronto per essere venduto.

Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Mantova, Dott. Tamburini, esaminate le ulteriori responsabilità emerse a carico di A.M., utilizzatore del veicolo in cui è stato rinvenuto lo stupefacente e come detto già destinatario della misura di Divieto di dimora nelle province di Mantova e Brescia, ha disposto l’arresto dello stesso e la traduzione presso il carcere di Mantova.

Il Colonnello Fabio Federici, nel complimentarsi con i militari operanti, ha sottolineato che quella di questa mattina all’alba è stata una delle operazioni più in grande stile della Compagna di Castiglione delle Stiviere, che ha interessato un punto nevralgico della criminalità dell’Alto Mantovano, atteso che il quartiere “5 Continenti” è stato, nell’ultimo anno, oggetto di ripetuti ed incisivi controlli da parte dell’Arma dei Carabinieri.

(foto CC)

Annunci

Un pensiero su “CASTIGLIONE DELLE STIVIERE – MAXI RETATA DEI CARABINIERI: DURO COLPO ALLA GANG DELLO SPACCIO DEI “CINQUE CONTINENTI”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.