MANTOVA – IL RIO EDIZIONI PRESENTA LA NUOVA REDAZIONE. PROJECT ROOM: “RINASCITE” di OLMO AMATO

Dopo sette anni di lavoro, Il Rio Edizioni ha aperto una propria libreria e ha dato vita a un nuovo marchio editoriale – Oligo Editore – che sta avendo un ottimo riscontro a livello italiano.  “Da qui l’esigenza di una sede più ampia per la nostra redazione, spiegano gli editori Giulio Girondi e Giada Scandola – che abbiamo voluto mantenere nel cuore del centro storico di Mantova, città d’arte, cultura e letteratura, da sempre parte integrante della nostra identità di editori.

il rio edizioni.jpgLa nuova redazione, verrà inaugurata giovedì 20 giugno alle ore 19.30 in via primcipe Amedeo 28 a Mantova, ospitata in una palazzina liberty, arricchita da un piccolo giardino, che si presta a eventi culturali anche serali, e da una “project room” pensata per ospitare non solo presentazioni di libri, ma anche progetti curatoriali d’arte contemporanea legati al mondo editoriale.

In occasione dell’apertura della nuova sede, si terrà anche l’inaugurazione di una mostra fotografica dal titolo RINASCITE dell’artista Olmo Amato che rimarrà aperta al pubblico fino al 15 settembre 2019.

Olmo Amato.jpg

L’idea di Rinascite è nata da un viaggio in Nord Europa nell’estate del 2013. Per giorni mi sono trovato a percorrere luoghi incontaminati col sole sempre all’orizzonte e, man mano che procedevo verso nord, le tracce dell’uomo svanivano e la percezione del tempo cambiava. – Spiega Amato – All’inizio non avevo un’idea chiara del progetto: mi lasciavo guidare da quegli ambienti e cullare dalla sensazione di un mondo sospeso. Ho iniziato così a raccogliere fotografie di paesaggi fatte durante i miei viaggi in Italia ed Europa. La cosa strana era che durante lo scatto, ma anche riguardando le foto in seguito, avevo sempre la sensazione che le mie immagini fossero incomplete. Sentivo che i paesaggi che fotografavo mi nascondevano qualcosa, era come se quei luoghi chiedessero una sorta di presenza umana che, per qualche ragione, mi era stata impossibile fotografare in quel momento”.
“Dopo aver scoperto gli archivi fotografici storici del Library of Congress, – continia Olmo Amato – affascinato da quelle immagini cristallizzate nel tempo, decisi di realizzare una serie di fotomontaggi provando a inserire digitalmente figure provenienti dal passato. Del tutto inaspettatamente, mi sono ritrovato a riportare in vita persone del secolo scorso come potrebbe fare una macchina del tempo. In questa dimensione altra, i luoghi hanno però conferito a quelle persone una nuova vita, diversa da quella precedente.
In Rinascite, la natura misteriosa dei paesaggi mi ha stimolato a creare una sorta di bolla virtuale dove il digitale e l’analogico si potessero fondere, dove il passato e il presente si mescolassero senza svelare storie e pensieri di quella gente. Quei personaggi vissuti in un tempo lontano, senza nemmeno chiedersi il perché, si ritrovano così a vagare in un limbo eterno”.
Olmo Amato, nato a Roma nel 1986, si laurea in neurobiologia all’Università La Sapienza di Roma nel marzo del 2012. Parallelamente agli studi universitari, si dedica alla fotografia e alla sperimentazione di tecniche di manipolazione digitale e fotomontaggio. Fotografo e videomaker professionista dal 2010, si occupa di post-produzione e didattica. È curatore di archivi fotografici e specializzato in stampa digitale fine-art. Dal 2010 a oggi ha realizzato diversi progetti fotografici personali tra cui Sogni, memorie e incubi dalla metropoli (2011-2013) e Rinascite(2013-2016). Nel 2015, insieme a Samuele Sestieri, ha scritto e diretto il film I racconti dell’orso, selezionato al 33° Torino Film Festival e numerosi altri festival italiani e internazionali. Dal 2016 collabora con la galleria BI-BOx Art Space di Biella con la quale ha partecipato a fiere d’arte a Bologna e Torino. Nel 2018 ha vinto il premio miglior artista under 35 di SETUP Contemporary Art Fair di Bologna e nel 2019 il premio Tiziano Campolmi.

Per informazioni: casaeditrice@ilrio.it

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.