ROVIGO – Presentazione del libro AEREI PERDUTI Polesine 1943-1945 (Ed. Sometti) di ELENA ZAULI DELLE PIETRE

AEREI_PERDUTI.jpgDomenica 8 dicembre alle ore 11,00 a Rovigo, nella centralissima Sala della Gran Guardia, si tiene la presentazione ufficiale di Aerei perduti. Polesine 1943-1945, il libro di Elena Zauli delle Pietre che raccoglie la storia di 88 abbattimenti aerei nella provincia di Rovigo, durante la Seconda guerra mondiale.

Il volume, frutto di cinque anni di lavoro, è il risultato di un lunga ricerca d’archivio e sul campo, con documenti inediti e toccanti testimonianze che ricostruiscono ciò che avvenne in quei mesi difficili.

Con l’autrice sono previsti interventi di Luca Milan, presidente dell’associazione Aerei Perduti Polesine, che da anni si impegna per scoprire e raccontare queste vicende, e di Luigi Costato, presidente della Fondazione Banca del Monte di Rovigo che patrocina l’evento.

Per l’occasione vengono eccezionalmente esposti alcuni reperti di velivoli abbattuti in territorio polesano durante la Seconda guerra mondiale, a cura dell’associazione Aerei Perduti Polesine.

Aerei e piloti abbattuti nel Polesine durante l’occupazione tedesca (1943-1945): questo testo è il frutto di 5 anni di studi e ricerche volte alla comparazione tra i documenti ufficiali delle forze aeree attive nel teatro del Mediterraneo e le fonti italiane, orali e scritte, che testimoniano quanto effettivamente accadde sul territorio polesano durante la Seconda Guerra Mondiale. Ciò ha reso possibile la ricostruzione di ogni singola missione, del destino dei piloti protagonisti e la raccolta dei racconti di chi assistette a quell’evento, tragico e spettacolare, legato al crash di un aereo.
Sono 88 gli aerei censiti nel volume: di alcuni di essi è stato possibile reperire i manoscritti originali di piloti e membri di equipaggi che, una volta ritornati a casa, hanno descritto minuziosamente le avventure vissute in territorio italiano. Queste testimonianze, toccanti e diver-tenti, tragiche ed appassionanti, aprono scenari inaspettati…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.