GAZOLDO D/IPPOLITI, BELLINTANI PRESENTA IL LIBRO “TERRA non GUERRA” ALLA POSTUMIA – E AL VIA IL 1° FESTIVAL DELLA CANZONE POPOLARE

TERRA NON GUERRADOMENICA 9 FEBBRAIO alle ore 16:00 in Rocca Palatina – Palazzo Pacchielli Bosoni
in via Marconi n.123 a Gazoldo degli Ippoliti (dedicata alla memoria di RITA FANTONI MARCHI e alle altre mondine gazoldesi) presentazione del libro TERRA non GUERRA (editoriale SOMETTI) di Emanuele Bellintani.

Il direttore di Postumia Nanni Rossi e l’editore Nicola Sometti dialogano con l’autore.

Mantova, 1949: la guerra è finita ma le sue ferite non si sono ancora rimarginate. Nelle campagne bagnate dal Mincio lo scontro tra lavoratori della terra e agrari è senza esclusione di colpi: la povertà e le speranze di cambiamento da un lato e l’arroganza e il privilegio dall’altro, alimentano lotte sociali dure e imponenti, spesso brutalmente represse dallo Stato.

Il giovane bracciante Dialma vive in prima linea i quaranta giorni di agitazione insieme ai suoi compagni del sindacato e del Pci, con tutto l’entusiasmo e la spavalderia dei suoi ventitré anni; sarà proprio il suo carattere a metterlo nei guai e nel vortice di una storia più grande di lui. È l’inizio di una nuova guerra -fredda- il cui svolgersi nazionale e internazionale si riverbera fin sulle placide acque dei fossi della provincia.

I GIORNI CANTATI è giornalista pubblicista, specializzato nello studio del movimento operaio e in critica musicale. Attivista politico e sociale, ha scelto di dedicarsi alla narrativa. Questo è il suo primo libro, che “Postumia” raccomanda per l’avvincente freschezza del linguaggio letterario, della trama e dei suoi riconoscibili protagonisti.

Intermezzi musicali con il coro “I GIORNI CANTATI” 40 anni di canto popolare

A seguire i DELAYRIO ovvero ALESSANDRO GUERCERI, LORENZO RONDINI, DANIELE RONDINI e FILIPPO CERUTTI: dai canti popolari ai pezzi “storici” della musica corale riarrangiati in chiave giovanile.

WAINER MAZZA E DONATA PINTI.jpg

Wainer Mazza e Donata Pinti

Al termine verrà presentato il progetto del 1° Festival della canzone popolare con GIANCARLO GOZZI, WAINER MAZZA e CLAUDIO PEDROLLO.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.