WAINER MAZZA, L’ECLETTICO ARTISTA FESTEGGIA 45 ANNI DI ATTIVITÀ

Mantova, 8 maggio – “Sì, sono io il Cantastorie di Motteggiana. Sono io che girando le piazze, le strade e i palcoscenici del mantovano e del Paese da 45 anni racconto una quotidianità ricca di storia, di cultura popolare, di tradizione, di fascino e di genuinità”.

Mutuando un fortunato programma televisivo di Raiuno, “I soliti ignoti”, potrebbe essere questa la frase pronunciata dall’ignoto chiamato al centro della scena nel momento di scoprire le proprie carte. Continua a leggere

“20 RIGHE PER IL MIO DIALETTO” SCRITTO, PARLATO, REGISTRATO: UNA INIZIATIVA DEL CENACOLO DIALETTALE MANTOVANO “AL FOGOLÈR”

 

AL FOGOLER Cenacolo Dialettale Mantovano

Mantova, 28 aprile – “20 Righe per il mio dialetto” è un progetto artistico e culturale che nasce da un’idea del Cenacolo Dialettale Mantovano “AL Fogolèr”.

Un’iniziativa che vuole, ancora una volta mantenere vivo l’interesse per la tipica parlata locale, meglio dire i dialetti del territorio mantovano.
Continua a leggere

WAINER MAZZA È VICINO AI MANTOVANI DEDICANDO “L’ANNO CHE VERRÀ (ai tempi del coronavirus)”

La “clausura” di questi giorni stimola, senza ombra di dubbio, la creatività.

WAINER MAZZA

Anche il noto cantastorie di Motteggiana, Wainer Mazza, ha trovato il modo di coniugare la fantasia del momento con la possibilità di sopportare al meglio l’impossibilità di vivere la quotidianità di qualche mese fa. Continua a leggere

BONDANELLO DI MOGLIA, AL TEATRO ITALIA IL 16 FEBBRAIO VA IN SCENA LA “NOTTE MAGICA DELLE FISARMONICHE”

Il fascino e le atmosfere tipiche della fisarmonica tornano per il 12° anno consecutivo ad entusiasmare a Bondanello di Moglia.

NOTTE MAGICA DELLE FISARMONICHE 3Domenica 16 febbraio al teatro “Italia” del noto borgo mantovano a partire dalle 20,45 verrà proposta la “Notte magica delle fisarmoniche” una serata davvero unica nel suo genere dove questo strumento della tradizione musicale e popolare italiana saprà esprimere tutta la sua sfumature sonore. Dietro le quinte di questo evento, nato da una intuizione di Wainer Mazza, cantastorie, poeta, autore ed animatore di Motteggiana, da settimane è al lavoro un gruppo di appassionati che possono contare sul sostegno anche del Comune di Moglia. Continua a leggere

GAZOLDO D/IPPOLITI, BELLINTANI PRESENTA IL LIBRO “TERRA non GUERRA” ALLA POSTUMIA – E AL VIA IL 1° FESTIVAL DELLA CANZONE POPOLARE

TERRA NON GUERRADOMENICA 9 FEBBRAIO alle ore 16:00 in Rocca Palatina – Palazzo Pacchielli Bosoni
in via Marconi n.123 a Gazoldo degli Ippoliti (dedicata alla memoria di RITA FANTONI MARCHI e alle altre mondine gazoldesi) presentazione del libro TERRA non GUERRA (editoriale SOMETTI) di Emanuele Bellintani.

Il direttore di Postumia Nanni Rossi e l’editore Nicola Sometti dialogano con l’autore. Continua a leggere

MANTOVA – IL NATALE NELL’ARTE: DIPINTI E SCULTURE DI SETTE ARTISTI IN ESPOSIZIONE ALL’ATELIER DES ARTS

Natale & Dintorni è il titolo della collettiva d’arte contemporanea che si inaugura all’Atelier des Arts di Mantova (via della Mainolda 19).

natale all'atelier des arts di mantova.jpg

In mostra le opere degli artisti Bianca Bertazzoni, Doriana Zapparoli, Luigi Desiderati, Marisa Macaluso, Odoarda Cazzaniga Donesmondi, Piera Biroli, Kiara Rossato. Continua a leggere

MANTOVA – WAINER MAZZA, L’ECLETTICO ARTISTA ALL’ATELIER DES ARTS PRESENTA UN NUOVO PROGETTO ARTISTICO “VITE PARALLELE”

La vita di un artista, come, ad esempio, quella del cantastorie, poeta, autore e chi più ne ha più ne metta Wainer Mazza non invecchia mai; anzi.

WAINER MAZZA.jpg

Per raccontarla in un modo nuovo e proiettato al futuro l’artista di Motteggiana proporrà dal 13 al 27 giugno 2019 all’Atlier Des Arts di Mantova, via della Mainolda 19, una esposizione dal titolo “Vite parallele” che farà leva su un progetto che lo avrà come protagonista insieme al figlio d’arte “Wainerino”. In definitiva il visitatore non solo potrà ammirare per l’intera durata della mostra le “scene di vita” realizzate da Wainer Mazza con materiale da riciclo, ma avrà anche l’opportunità sabato 13, 20 e 27 luglio 2019 di ascoltare la storia, fatta di parole e musica, che farà da sfondo al progetto artistico e che sarà raccontata proprio dai due protagonisti. Continua a leggere

SERGIO ALDRIGHI CONFERMATO PRESIDENTE DEL CENACOLO DIALETTALE “AL FOGOLER”

MANTOVA – Dopo i festeggiamenti dedicati al prestigioso traguardo del 45° della sua costituzione, il Cenacolo Dialettale Mantovano “Al Fogolèr” ha provveduto nei giorni scorsi a rinnovare il proprio gruppo dirigente.

Consiglio direttivo del Fogolèr per il triennio 2019-2021.JPGAl termine dell’assise tenutasi nella sede di Pietolo di BorgoVirgilio (Mantova) e nella quale è stato fatto anche il punto del lavoro compiuto sino ad ora, gli oltre quaranta soci hanno riconfermato la fiducia a Sergio Aldrighi quale presidente. Continua a leggere

BONDANELLO DI MOGLIA – LA “NOTTE MAGICA DELLE FISARMONICHE” TORNA IL 3 FEBBRAIO AL TEATRO ITALIA

Tutto è ormai pronto a Bondanello (Mn) per l’11ª edizione di “Notte magica delle fisarmoniche”. Manifestazione ideata dal poeta, cantastorie, e autore Wainer Mazza e curata inizialmente dai responsabili della filodrammatica La Soffita, ma da qualche anno la regia è stata affidata ad un gruppo di volontari con i quali collabora il Comune di Moglia.

Notte magica delle fisarmoniche 2018 a.jpg

Domenica 3 febbraio a partire dalle 20,45 sul palco del Teatro Italia si esibiranno musicisti di fama nazionale che accarezzando con sapiente maestria i tasti di questo strumento hanno saputo emozionare e entusiasmare persone di tutte le generazioni. Continua a leggere

GAZOLDO D/IPPOLITI – Postumia presenta: GIRONDI, MAZZA, GUAIUMI. L’architettura Rinascimentale e le Tradizioni popolari dal Baldus ad oggi

L’Associazione Postumia di Gazoldo degli Ippoliti, domenica 20 gennaio a partire dalle 16,00 in piazzetta Postumia 2 presenta il nuovo volume di GIULIO GIRONDI, «ARCHITETTURA COME ATTO D’AMORE – Storie di principi ed architetti nel Rinascimento».

GIRONDI.jpgIl libro offre un nuovo “modello interpretativo” delle meraviglie architettoniche di Mantova, non nasconde le troppe bugie che ne hanno spesso offuscato la memoria e solleva qualche ragionevole dubbio sulle cd certezze ereditate dalla storiografia. Continua a leggere