ALLA CHIRURGIA VASCOLARE DEL POMA UN ANGIOGRAFO DI ULTIMA GENERAZIONE

Lo strumento da 268mila euro  consentirà ai chirurghi di eseguire procedure lunghe e complesse

Angiografo.jpgMANTOVA – Un angiografo portatile di ultima generazione con possibilità di ricostruzione 3D è il nuovo strumento acquisito dalla Chirurgia Vascolare di Mantova. L’apparecchiatura costata 268mila euro consente ai professionisti impegnati in sala operatoria di eseguire procedure lunghe e complesse senza le limitazioni temporali legate al surriscaldamento della macchina dopo un intenso utilizzo.

In attesa della sala ibrida la cui costruzione è in programma, l’angiografo portatile garantisce una qualità di imaging paragonabile a quella delle apparecchiature fisse normalmente utilizzate nelle sale radiologiche. Inoltre, anche grazie alla costante disponibilità di un anestesista e la sicurezza della sala operatoria, permette di effettuare procedure più complesse di rivascolarizzazione periferica e carotidea nonché procedure toraco-addominali.

La Chirurgia Vascolare, diretta da Stefano Pirrelli, è riconosciuta a livello regionale come centro di eccellenza per il trattamento delle lesioni arteriose della carotide, arterie periferiche e aneurismi dell’aorta.

ASST MANTOVA

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.