EMERGENZA CORONAVIRUS MANTOVA: RIORGANIZZAZIONE PER 45 REPARTI. L’eccellenza cardiochirurgica del Poma anche alla Poliambulanza di Brescia

Gli ospedali  di ASST trasformati per accogliere i pazienti colpiti dal virus. L’eccellenza cardiochirurgica del Poma anche alla Poliambulanza di Brescia

Letti Pronto Soccorso mantova

Sono 45 i reparti di ASST interessati dalla riorganizzazione messa in campo per fare fronte all’emergenza: 27 all’ospedale di Mantova (14 dei quali interamente dedicati a pazienti Covid), 11 a Pieve di Coriano, 6 ad Asola, 1 a Bozzolo.

Un’evoluzione continua, che ha coinvolto tutta l’azienda con cambiamenti anche molto rapidi per rispondere ora per ora all’esigenza di accogliere i malati colpiti da Coronavirus. Un lavoro di squadra che ha coinvolto tutti gli operatori per garantire la migliore assistenza alla popolazione.

 CARDIOCHIRURGIA

Manfredo Rambaldini.jpg

 

Non si ferma l’attività svolta dai professionisti della struttura di Cardiochirurgia del Poma, diretta da Manfredo Rambaldini. L’equipe mantovana ha garantito finora oltre il 60 per cento degli interventi cardiochirurgici urgenti eseguiti alla Poliambulanza di Brescia, identificata come centro di riferimento da Regione Lombardia nell’ambito delle strategie di gestione dell’epidemia.

Gli specialisti della Cardiochirurgia di ASST Mantova continuano inoltre ad assicurare gli interventi in emergenza al Carlo Poma. I cittadini possono quindi rivolgersi ad ASST per questa filiera di assoluta eccellenza. ASST di Mantova, infatti, è spoke dell’ospedale bresciano per la Cardiochirurgia e hub per la rete Stemi (infarto miocardico) e per la rete Stroke (ictus cerebrale).

 SOSTEGNO PSICOLOGICO AGLI OPERATORI

Un gruppo di psicologi dell’ASST offre un servizio di sostegno ai dipendenti coinvolti nell’emergenza e alle famiglie dei pazienti ricoverati. I familiari possono accedere al servizio come di consueto, attraverso una richiesta inoltrata dal medico del reparto.

Nei prossimi giorni il personale riceverà inoltre una scala di autovalutazione dell’impatto stressante con riferimento a questo periodo. Nel caso in cui i risultati rivelino un livello di stress elevato, agli operatori verrà proposto un trattamento mirato secondo le metodologie previste dall’OMS per queste situazioni. Collaboreranno con gli psicologi di ASST anche alcuni psicoterapeuti volontari, tutti formati al metodo EMDR, indicato dal Centro EMDR Italia di Milano.

 PRESTAZIONI SANITARIE IN QUARANTENA

Si segnala ai pazienti in quarantena che possono rivolgersi all’ASST di Mantova per prestazioni sanitarie (ad esempio medicazioni, terapie infusionali e così via). Si tratta infatti di condizioni che, in quanto legate a motivate esigenze di salute, sono previste negli ultimi decreti come possibilità di deroga alla quarantena stretta.

 PUNTI PRELIEVO

prelievo sangue

Nell’ambito dei provvedimenti riguardanti l’attività ambulatoriale, il punto prelievi di Asola resterà chiuso nei giorni di sabato 28 marzo e sabato e 4 aprile. All’interno del Consultorio di Viadana le donne gravide potranno effettuare prelievi, in considerazione della chiusura del punto prelievi.

ASST MANTOVA

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.