OSPEDALE DI MANTOVA DOPO AVER RAGGIUNTO IL PICCO COVID-19, STUDIA NUOVE STRATEGIE

Hospice riaperto ai malati non covid. L’azienda si prepara ad ampliare il ventaglio delle prestazioni. Donazioni oltre i 2 milioni e 800mila euro

RAFFAELLO STRADONI ASST MANTOVA

L’ASST prepara un progetto di riorganizzazione delle linee ‘pulite’ – le attività dedicate ai pazienti non Covid – da sottoporre a Regione Lombardia, che coordinerà le strategie. Considerando il trend dei ricoveri in diminuzione, si studia un piano per tornare gradualmente ad ampliare il ventaglio di prestazioni offerte alla comunità.

Ci siamo lasciati alle spalle il picco dell’epidemia, ma non dobbiamo abbassare la guardia”, raccomanda il direttore Raffaello Stradoni. Puntualizzando che la riapertura delle attività non Covid partirà dalla filiera chirurgica. Nella giornata di ieri i vertici di ASST hanno incontrato gli erogatori privati per condividere questo percorso e nei prossimi giorni sono in programma confronti all’interno dell’azienda con lo stesso obiettivo.

Intanto l’Hospice del Poma, nelle scorse settimane convertito in reparto interamente dedicato ai pazienti terminali colpiti da coronavirus, da ieri è tornato ad accogliere soltanto gli altri malati.

donazione in denaro

 DONAZIONI IN DENARO E BENI

Salgono a 2.810.320 le donazioni ad Asst: 2.471.048 euro in denaro e 449.262 in beni. Tra gli ultimi donatori: la società agricola Agrimais di Casatico, 100mila euro; il Fashion District Mantova, 50mila euro; il Consorzio Virgilio, 36.600 euro e prodotti alimentari destinati alle cucine.

 Gli acquisti in apparecchiature e arredi effettuati grazie ai fondi ricevuti ammontano a 844.241 euro. Tra i beni donati, 2 ventilatori e 3 saturimetri per un valore di circa 25mila euro dall’associazione Amici dell’ospedale di Asola. Si segnala inoltre l’iniziativa di Versalis, che ha donato 5mila mascherine FFP2 e 15mila mascherine chirurgiche. In arrivo anche omaggi pasquali al personale dei reparti: uova e colombine da Ferrero e da Ail Mantova, 120 uova dal Leo Club Mantova.

OSPEDALE PIEVE DI CORIANO

 L’OMAGGIO DELLA PROTEZIONE CIVILE A PIEVE DI CORIANO

Domani, 8 aprile alle ore 20:00, davanti all’ospedale di Pieve di Coriano, i volontari della Protezione Civile, insieme alle associazioni Terre dei Gonzaga e Padus, nonché ai sindaci del Destra Secchia, suoneremo l’inno di Mameli e omaggeranno il personale del presidio con un lungo applauso.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.