PREMIO NAZIONALE DI POESIA TERRA DI VIRGILIO: DI MAURO E MONTI VINCITORI DELLA SESTA EDIZIONE

Giorgia Monti - vincitrice sez. Vita di scienza e d'arte

Giorgia Monti – vincitrice sez. Vita di scienza e d’arte

Mantova, 24 aprileAntonino Di Mauro, ospite della Casa di reclusione Milano Opera, e Giorgia Monti di Forlì sono i vincitori della sesta edizione del Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio.

Il concorso organizzato dall’associazione mantovana La Corte dei Poeti prevede infatti due sezioni con altrettante giurie: “L’ozio degli attivi”, riservata a ospiti di strutture protette, e “Vita di scienza e d’arte”, aperta a poeti affermati o esordienti.

La formula del premio, unica nel suo genere, vuole far dialogare ambiti creativi diversificati dal locus di appartenenza: aperto o protetto. Le comunità assistenziali, le carceri, le strutture riabilitative sono protette, come tali sono le vite organizzate all’interno di queste geografie articolate in base a necessità di tutela, riabilitazione e assistenza.

Copertina Antologia Premio 2020.jpg

Le due sezioni si connettono attraverso il linguaggio poetico, si carezzano, si chiamano in modi insoliti: ne viene un ideale, sorprendente dialogo. “La poesia è un impegno artistico e intellettuale che proietta l’autore fuori dal sé, oltre il già scritto, di là della logica comune del dire. Vengono a cadere il concetto del tempo e persino i confini di una struttura protetta. Si spalancano le stanze chiuse e da queste salgono alla ribalta, accanto ai versi di chi scrive libero nel suo personale altrove, le liriche degli anziani, dei diversamente abili o dei reclusi” afferma Stefano Iori, coordinatore del premio che nella sua sesta edizione ha visto complessivamente la partecipazione di quasi quattrocento autori.

Oltre ai due vincitori assoluti, per la sezione “L’ozio degli attivi” si è piazzato al secondo posto Gazmend Disha, ospite della Casa Circondariale Nerio Fischione di Brescia, e al terzo Alfredo Visconti, recluso a Milano-Opera. Ha ricevuto la menzione speciale della giuria  Giuseppina Maggi ospite del Centro Diurno di Castel Goffredo. Secondo e terzo classificato nella sezione “Vita di scienza e d’arte” sono risultati rispettivamente Raffale Floris di Pontecurone (Alessandria) e Flavio Provini di Milano.

Tre le menzioni speciali: Mauro Furgeri di Suzzara, Giuseppe Carlo Airaghi di Lainate (Milano) e Rita Imperatori di Perugia. Le opere degli autori citati più quelle di altri trentacinque poeti segnalati sono state pubblicate nell’Antologia del Premio Terra di Virgilio, edita da Gilgamesh Edizioni e La Corte dei Poeti.

Ornella Fiorini, Premio Alberto Cappi alla Carriera 2020

Ornella Fiorini, Premio Alberto Cappi alla Carriera 2020

Il testo comprende contributi critici e brevi saggi di Rosa Pierno, Umberto Piersanti e Carla Villagrossi. “La premiazione, prevista per sabato 23 maggio nell’ambito di Mantova Poesia – Festival Internazionale Virgilio – afferma Stefano Iori -, non si potrà realizzare per l’emergenza sanitaria in corso. All’evento partecipavano negli anni passati circa trecento persone e al momento è impossibile poter garantire la necessaria sicurezza al pubblico presso l’Auditorium del Conservatorio Lucio Campiani ove la cerimonia era programmata. In quell’occasione avevamo previsto anche la consegna alla poetessa e cantautrice Ornella Fiorini di Ostiglia del Premio Alberto Cappi alla carriera. Tale riconoscimento è riservato ad autori mantovani che si siano particolarmente distinti in ambito poetico”. “Sempre da calendario – continua Iori – era programmato, presso la Sala delle Vedute della Biblioteca Teresiana, il convegno “Poesia e Filosofia”, idealmente connesso al premio e alle sue due sezioni. A trattare il tema dell’incontro erano stati invitati il poeta marchigiano Umberto Piersanti, particolarmente attento alle tematiche della diversità, e i filosofi mantovani Ornella Crotti e Andrea Pinotti”. “Spero in tempi migliori e alla possibilità di realizzare almeno quest’ultimo evento in altra data – conclude l’organizzatore -. L’Antologia sarà comunque inviata a tutti gli autori selezionati dalle giurie”.

L’edizione 2020 del premio era straordinariamente intitolata a Umberto Bellintani cui l’associazione La Corte dei Poeti aveva dedicato un convegno realizzato nel giorno del ventennale della morte del poeta di Gorgo, il 7 ottobre dello scorso anno. Gli atti saranno pubblicati e presentati dopo l’estate.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.