CONFAI MANTOVA DENUNCIA LE “SBARRE D’ORO” A RFI CHE CHIEDE PEDAGGIO PER I PASSAGGI A LIVELLO DEI TRATTORI

Mantova, 18 maggio –  Dagli auspicati raddoppi delle principali linee di comunicazione ferroviaria, siamo passati alle “sbarre d’oro”, con nuovi costi imposti anche alle macchine agricole da RFI, solo per varcare un passaggio a livello.

PASSAGGIO A LIVELLO

Questo in sintesi il balzello imposto con una recente circolare della Direzione Territoriale di Milano applicabile per le tratte ricadenti in Lombardia ed Emilia.

La denuncia è di Confai Mantova, dal momento che RFI, la Rete Ferroviaria Italiana, si è inventata di chiedere alle macchine agricole eccezionali che devono attraversare i passaggi a livello, 202 euro a titolo di autorizzazione al transito, come se fossero “trasporti eccezionali”.

Siamo di fronte a una tassa inutile e per giunta illegittima – tuona Confai -, dal momento che il Codice della Strada prescrive che a richiedere il permesso di circolazione siano i trasporti eccezionali ai sensi dell’articolo 14 e non le macchine agricole, che sono normate dall’articolo 104.

Sandro-Cappellini

Delle due, l’una, secondo il sindacato guidato da Marco Speziali. “O qualcuno ha erroneamente confuso l’articolo 14 con l’articolo 104, ma sarebbe un errore imperdonabile – riassume il direttore, Sandro Cappellini – oppure abbiamo a che fare con burocrati che non conoscono il Codice della Strada o, ancora, siamo di fronte a uno Stato disperato e bisognoso di denaro al punto da spremere chi sostiene il Paese  producendo, come stanno facendo agricoltori e contoterzisti agricoli, che sono forse la fetta più rilevante di operatori del settore primario che circolano su strada. Comunque sia, è uno scenario chiaramente imbarazzante per un paese civile come l’Italia”.

Il sindacato nazionale Cai ha già scritto a Rfi e al ministero dei Trasporti per denunciare una richiesta vessatoria e non supportata dalle norme, chiedendo che venga ripristinata la legge, a beneficio del mondo agricolo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.