PALAZZO D’ARCO: LE MAIOLICHE DEGLI SPEZIALI – SEPULVEDA RACCONTA. SABATO 4  e DOMENICA 5 LUGLIO 2020

gli attori provano su zoom.JPG

Gli attori della Campogalliani in videoconferenza mentre sono impegnati per le prove

Mantova, 2 luglioUn’estate ricca di eventi per i mantovani a Palazzo d’Arco che sarà l’anima del centro cittadino, in linea con le aspettative per la ripartenza tanto attesa.  Questo luogo straordinario, prima dimora, ora museo e sede del piccolo grande teatro della Campogalliani, diventerà il salotto estivo della città in cui racconti e drammatizzazioni si alterneranno a meraviglie del palazzo eccezionalmente esposte e dunque svelate.

La Fondazione d’Arco in collaborazione con l’Accademia Teatrale “F. Campogalliani”, con il patrocinio del Comune di Mantova, promuove RACCONTI D’ESTATE, una rassegna di 10 serate, dal 4 luglio al 5 agosto, dedicata all’arte, al collezionismo e al teatro.

Ogni serata, in virtù della sinergia tra museo e teatro, si comporrà di due momenti: il primo di visita guidata nella sala Luigi d’Arco ad alcune collezioni, normalmente non visibili nel percorso ordinario, tra cui non mancheranno beni inediti, e il secondo di spettacolo, comodamente seduti nella platea allestita nello scenografico cortile dell’esedra del palazzo. Gli attori si esibiranno in drammatizzazioni, monologhi e brevi scene, affrontando tematiche varie nell’assoluto rispetto di tutte le misure di sicurezza.

Questo progetto nasce dal successo dell’esperienza precedente, SERE D’ESTATE, interamente organizzata dalla Campogalliani; quest’anno invece, in cui si fa più forte e urgente il significato di collaborazione e di condivisione, la Fondazione d’Arco e la Campogalliani insieme, museo e teatro, hanno deciso di animare l’estate mantovana.

Il programma offerto è particolarmente ricco e ogni settimana sarà mostrata una splendida collezione: Sabato 4 luglio (serata già esaurita che verrà replicata domenica 5 luglio) verranno esposti gli albarelli da farmacia che insieme a versatoi e fiasche per unguenti, oli e vini preziosissimi arredavano le botteghe degli speziali tra Sei e Settecento.

SEPULVEDA A MANTOVA.jpg

Sepulveda a Mantova durante il Festivaletteratura tra il sindaco Palazzi e Nicolini (foto ricordo)

Il momento teatrale invece è dedicato al grande scrittore cileno Luis Sepulveda recentemente scomparso lo scorso 16 aprile dopo aver contratto il virus COVID-19 e costituisce la prima occasione a Mantova per ricordare il grande autore che è stato ospite della nostra città in ben tre edizioni di Festivaletteratura (1998, 2009 e 2016).

LUIS SEPULVEDA. 1jpg

“Sepulveda racconta”, questo è il titolo dello spettacolo, parte con un breve ricordo dello scrittore, una sua testimonianza diretta e la favola “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico” che costituisce il nucleo centrale della serata. Costruita intorno ad un gatto nero e gentile, Mix, è confinata nell’orizzonte di un appartamento, del suo tetto e degli alberi della via sottostante; una storia che racconta di un gatto che un giorno divenne improvvisamente cieco e che ritrovò i suoi occhi e la gioia dell’avventura grazie all’improbabile amicizia con un topino pauroso e vigliacco. Un’amicizia e una cordialità extra-specie che è lo specchio del rapporto simbiotico, ma rispettoso e premuroso che c’è tra Mix e il suo umano, Max. Una storia di amicizia che sfonda i limiti, grazie alla fiducia e alla stima reciproca.

La direzione dell’evento teatrale è di Maria Grazia Bettini, che ha pure curato la rielaborazione del testo e la costruzione dell’impianto narrativo. Una particolare atmosfera sarà data dall’accompagnamento musicale dal vivo eseguito da  Marco Remondini con brani di sua composizione..

Gli interpreti della serata sono Davide Cantarelli   (Max), Marco Federici (Mix), Annalaura Melotti (Mex), Loredana Sartorello (voce narrante), Michele Romualdi (Albatros), Adolfo Vaini (Sepulveda) e Diego Fusari (introduzione biografica)

Un tema importante da non sottovalutare è quello della sicurezza: si potrà infatti godere della visita e dello spettacolo in assoluta serenità, poiché i tour alle meraviglie saranno solo per 20 persone a sera, organizzate in due gruppi da dieci pax, mentre la platea ospiterà solo 60 posti a sedere con sedute numerate. Per garantire la sicurezza dei flussi di accesso, sono programmati due momenti di accoglienza: dalle 20.30 alle 20.45 accederanno solo coloro che hanno acquistato il biglietto di visita guidata e spettacolo al costo complessivo di euro 8,00 mentre dalle 21.00 alle 21.30, potranno accedere tutti coloro che hanno acquistato il biglietto per il solo spettacolo al costo di euro 5,00. Non saranno ammessi ingressi al di fuori di queste fasce orarie. In caso di maltempo lo spettacolo sarà rimandato alla sera successiva.

Per le medesime ragioni sopra indicate sarà attiva solo la biglietteria online sul sito web del museo www.museodarcomantova.it dove dalla homepage si troverà il pulsante giallo “prenota” che consentirà di accedere al portale; basta poi selezionare il box dedicato alla Rassegna e acquistare i propri biglietti. In caso di maltempo in una delle due serate,  lo spettacolo sarà rimandato alla sera di lunedì 6 luglio.

Per informazioni 0376 322242 info@museodarcomantova.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.