FAUNA SELVATICA. Sovraffollamento daini nelle pinete di Ravenna e Ferrara

Mammi: “Nessun programma straordinario di abbattimento da parte della Regione. Siamo al lavoro con Ispra per un piano sperimentale di ricollocamento

BOLOGNA – Troppi daini nelle pinete di Ravenna e Ferrara. Una questione annosa che genera seri problemi per la sicurezza stradale dei cittadini e pericolosi squilibri ai delicati ecosistemi delle due pinete. Una questione cui la Regione sta cercando di trovare, insieme a Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) una soluzione innovativa e incruenta. 

“Vogliamo affrontare il tema del sovraffollamento dei daini- spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi– in un modo diverso e che non preveda alcun abbattimento dei capi. Per questo abbiamo chiesto la collaborazione di Ispra perché valuti un piano sperimentale per lo spostamento degli animali dalle pinete degli areali storici, ad altre aree della regione dove possono trovare habitat privilegiati e dove la loro presenza si situa in un contesto di ecosistema in equilibrio: per noi è l’unica soluzione in campo, peraltro già adottata in altri territori italiani”. 

Non corrisponde perciò al vero quanto diffuso in queste ore sui social e riportato anche da un giornale locale, su presunte riunioni in Regione per un piano straordinario di abbattimento degli animali. 

“Si tratta di fake news- prosegue Mammi– che nulla hanno a che fare con la realtà. E dispiace che, proprio in un momento nel quale la Regione sta operando con un approccio nuovo e diverso per trovare soluzioni inedite in grado di tenere in equilibrio la sicurezza del territorio e dei cittadini con la presenza della fauna selvatica, ci sia chi continui a dare informazioni sbagliate e fuorvianti”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.