LE SCUOLE DI RODIGO E RIVALTA PROTAGONISTE DI UN SIGNIFICATIVO GESTO DI SOLIDARIETÀ PER L’UCRAINA

Con l’iniziativa denominata “Emergenza Ucraina” i bimbi e le bimbe delle materne e gli studenti delle primarie e secondarie di primo grado di Rodigo e di Rivalta sul Mincio hanno risposto “Presente” al messaggio di solidarietà che in essa era evidenziato.

Questi giovani con i loro insegnati ed i professori, grazie al consenso fornito del dirigente scolastico, si sono adoperati per la raccolta di medicinali che sarebbero stati poi donati alla Croce Rossa perché li faccia pervenire nelle località ucraine che maggiormente necessitano di questi prodotti.

La raccolta si è svolta sul territorio rodighese nel volgere di pochissimi e si è trasformata in una trentina di pacchi che lunedì 21 marzo sono stati consegnati a due volontari della Croce Rossa, inviati dal presidente provinciale, Matteo Formizzi.

Alla cerimonia, caratterizzata da una forte dose di emozione e di orgoglio da parte di tutti i protagonisti, hanno presenziato anche l’assessore comunale alla pubblica istruzione e ai servizi sociali, Patrizia Chiminazzo, il dirigente scolastico, Nicola Magnani e il presidente del consiglio scolastico Maurizio Bulgarelli.

“Come amministrazione – sottolinea l’assessore Patrizia Chiminazzo – ringraziamo il dirigente scolastico e il corpo docenti per l’impegno profuso insieme ai bimbi delle materne e gli studenti delle primarie e della secondaria di primo grado affinché il progetto raggiungesse l’obiettivo. Un’emozione indescrivibile vedere con quanto entusiasmo gli studenti hanno affrontato l’esperienza dimostrando di aver fatto proprio il valore della solidarietà”.

Il tutto si è svolto prima nei plessi del borgo rivierasco poi nella palestra di quelli del capoluogo; prima della consegna del materiale raccolto ai volontari della Croce Rossa di Mantova è stata letta una storia con protagonisti due conigli che inizialmente non vanno d’accordo tra loro, ma l’arrivo di una volpe li costringe a fuggire dalla loro tana e a creare un’amicizia che si rivela determinate per la salvezza di entrambe.

Altro messaggio lanciato dalle insegnanti e dai professori, soprattutto ai bimbi delle materne, è stato quello di non perdere di vista mai l’importanza del rapporto con le persone anche quando si è arrabbiati; non bisogna inoltre sentirsi inferiori quando si chiede scusa.

Per gli studenti della secondaria di primo grado di Rodigo, invece, l’accento è stato posto anche sul tema della solidarietà.

Complessivamente sono stati una trentina i pacchi raccolti e contenenti prodotti sanitari di prima necessità che verranno inviati dalla Croce Rossa in vari punti dell’Ucraina per garantire un minimi di soccorso per coloro che necessitano di un intervento.

Per contro i volontari della CRI hanno donato agli studenti la bandiera dell’organizzazione che si occupa di coordinare anche interventi di solidarietà in Italia e nel mondo; bandiera che è stata esposta all’ingresso della scuola secondaria di Rodigo.

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.