MUSEO DIFFUSO DEL RISORGIMENTO: 1° GRAN PREMIO DELLA BATTAGLIA e Mostra a ROCCA PALATINA di GAZOLDO per celebrare il 174° anniversario della BATTAGLIA DI CURTATONE E MONTANARA

Curtatone e Montanara, i luoghi della Battaglia che verrà celebrata il 29 maggio 2022 con una gara ciclistica che andrà a ripercorrere i luoghi più salienti degli scontri avvenuti il 29 maggio del 1848 ed una importante mostra a Gazoldo degli Ippoliti in Rocca Palatina, sede dell’Associazione Postumia, curata da Sergio Leali e Alberto Riccadonna.

Circuito locale di 11,5 Km da percorrere 15 volte per un totale di 172,5 Km.
Partenza da Montanara in Via Roma (incrocio con Via Ateneo Pisano e Via dei Toscani) su SP420 con direzione Parma.
Dopo circa 1,8 Km svolta a SX per Strada Santa SP55 in direzione Buscoldo. All’incrocio con Via Torre D’Oglio svolta a SX in direzione Mantova sulla SP57, quindi svolta a SX per Via Ateneo Pisano. Giunti alla sede comunale svolta a DX in Via Veneto e subito dopo a DX per Piazza Corte Spagnola.
Quindi svolta a SX per Viale Lombardia e di nuovo a SX con ritorno sulla SP420 in direzione Montanara, dove sarà posto l’arrivo.

Partenza: Via Roma – Montanara di Curtatone ritrovo ore 10.30 – partenza ore 13:30

Per celebrare il 174° anniversario della Battaglia di Curtatone e Montanara, nelle accoglienti sale della Rocca Palatina di Gazoldo degli Ippoliti, a cura dell’Associazione Postumia, sarà allestita una Mostra a cura di Sergio leali e Alberto Riccadonna, alla presenza anche di Carlo Bottani, sindaco del Comune di Curtatone e presidente della Provincia di Mantova.

Gli avvenimenti che nel maggio 1848 ebbero luogo nelle campagne di San Silvestro, Montanara e Curtatone e sulle sponde del Lago Superiore costituiscono una pagina indelebile nella storia della nostra Patria. Il sacrificio e l’abnegazione dimolti militi provenienti da ogni parte della Penisola, in particolare dalla Toscana,dal Napoletano, dall’Abruzzo e dalla Sicilia, hanno commosso non solo gli italiani, ma anche coloro che in quella battaglia furono i loro avversari. Lo stesso comandante delle truppe austriache, il feldmaresciallo Radetzky, volle rendere omaggio al Generale Cesare De Laugier che guidò i Tosco -Napoletani in quel glorioso tragico scontro.

Nei quadri esposti, che sono una selezione di una ben più vasta collezione, trovano posto documenti, lettere, bandi, stampe, mappe, disegni, monete, medaglie e alcune armi usate dai combattenti dei due eserciti. (mostra a cura di SERGIO LEALI e ALBERTO RICCADONNA).

Inoltre verrà proiettato il nuovo docufilm sulla battaglia di Curtatone e Montanara, realizzato dal Comune di Curtatone.

Gli incontri alla Postumia proseguono con il Concerto del tenore ALESSANDRO MOCCIA, accompagnato al pianoforte dal maestro CARLO BENATTI.

1ª parte: arie liriche

2ª parte: arie della tradizione napoletana.

ALESSANDRO MOCCIA – tenore lirico spinto, nasce a Foggia. Studia decorazione pittorica all’istituto d’arte Perugini di Foggia. È stato anche un brillante attore in commedie di De Filippo e Scarpetta presso i teatri di tradizione Romagnoli. Studia canto per 4 anni a partire dal 2005 all’Accademia Musicale Riminese con il soprano Angelica Battaglia. Inizia ad esibirsi giovanissimo in numerosi concerti ottenendo ovunque successi di critica e pubblico presso i teatri della tradizione italiana Il” ROSSINI” di Pesaro, IL “MARIO DEL MONACO” di Treviso. Percorre il suo cammino fra attività concertistica, concorsi (MARIE KRAJE (Albania), Ottavio Ziino (Roma), UMBERTO GIORDANO (Foggia), MARIO LANZA (Folignano) Giorgio MERIGHI (Ucraina). Tra i celebri concerti si annoverano “13 TENORI PER GIUSEPPE DI STEFANO”(Oderzo) CONCERTO IN MEMORIA DEL TENORE NICOLA UGO STSME (Foggia) CONCERTO PER I 105 ANNI DALLA NASCITA DI MARIO DEL MONACO (Santa Lucia di Piave). Si contano due recital di arie d’opera In Palermo e a Pesaro. È finalista al concorso ENRICO CARUSO a New York. Il suo debutto risale al 2010 in Tabarro (ruolo Luigi) due recite al teatro la Regina di Cattolica e una a Rovereto. Selezione di Andrea Chénier sul Lago di Baveno 2010 (ruolo Chénier) Selezione di Wally a Lucca (ruolo Hagembach). Tutta Cavalleria in forma di concerto (ruolo Turiddu) Arzergrande (PADOVA). Debutta nel 2019 in Ernani (ruolo Ernani) al Teatro Giuseppe Verdi di Buscoldo di Curtatone (MANTOVA).

Presentazione del libro NINA – luci e ombre di una vita stropicciata di ANTONELLA RICCETTI (IL RIO Letture).

Sullo sfondo degli anni del boom economico, della contestazione, dell’edonismo reaganiano, dell’avvio del nuovo millennio si snoda il racconto autobiografico dell’autrice, veronese di nascita e mantovana d’adozione, laureata in lettere, insegnante e, oggi, viaggiatrice…universale

GB

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.