CASTEL GOFFREDO – VIOLENZA SESSUALE SU MINORE: GIÁ IN CARCERE L’AGGRESSORE

Lo scorso 22 maggio, a seguito di tempestiva indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Mantova, i Carabinieri della Stazione di Piubega e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Castiglione delle Stiviere hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti un quarantaduenne di origine rumena, poiché in ipotesi accusatoria ritenuto responsabile di violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazza infraquattordicenne e di furto di un’autovettura.

Il giorno prima era giunta una richiesta di intervento alla centrale operativa dei Carabinieri di Castiglione delle Stiviere, da effettuarsi a Castel Goffredo, a seguito dell’autonoma fuoriuscita di strada di un’autovettura che aveva finito la propria corsa nell’adiacente fosso.

I militari, non rilevando sul posto la presenza dei relativi occupanti, davano inizio alle indagini, accertando che alla guida di quel mezzo al momento dell’incidente vi sarebbe stato il predetto quarantaduenne e che il medesimo veicolo sarebbe inoltre stato poco prima da questi sottratto al legittimo proprietario per darsi alla fuga al fine di esimersi dalle possibili reazioni dei genitori della ragazza infraquattordicenne, la quale era stata fatta oggetto di toccamenti da parte del predetto nel corso di un pranzo conviviale a cui la ragazza con la famiglia aveva partecipato.

I militari, dato avvio alla procedura del cosiddetto “codice rosso”, hanno rintracciato e fermato il soggetto che sulla base dei riscontri sino a quel momento acquisiti è stato indagato per i reati violenza sessuale aggravata e di furto e quindi trasferito presso la casa circondariale di via Poma.

La Procura della Repubblica di Mantova ha quindi richiesto al Giudice per le Indagini Preliminari la convalida del fermo e la custodia cautelare in carcere, che è stata emessa il 24 u.s. all’esito dell’interrogatorio di garanzia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.