CONCLUSA LA DUE GIORNI DI INTERNO VERDE: MANTOVANI E TURISTI INCANTATI DAI GIARDINI SEGRETI

Grande interesse per l’orto in carcere, aperto per la prima volta al pubblico. Un weekend all’insegna della bellezza custodita dietro i portoni e le porte dei palazzi mantovani. Interno Verde conferma il successo delle precedenti edizioni, coinvolgendo centinaia di persone che – nonostante il tempo incerto e ventoso – hanno voluto trascorrere due giorni tra corti rinascimentali, alberi centenari e aiuole, chiostri e insospettabili arboreti urbani.

Orto della Casa Circondariale, spiegazione del direttore Metella Romana Pasquini Peruzzi

Quest’anno il programma è stato particolarmente denso di iniziative e novità: oltre ai meravigliosi giardini del centro storico la manifestazione ha portato mantovani e turisti ad esplorare l’orto più segreto della città, nascosto tra le torrette e il filo spinato della Casa Circondariale, coltivato dai detenuti.

Orto della Casa Circondariale

L’iniziativa, a numero chiuso e solo su prenotazione per motivi di sicurezza, ha riscosso un vivo interesse e in tanti si augurano che presto si possa ripetere.

Sold out anche il workshop di ricamo Cartoline dal Pianeta Terra, curato dal festival in collaborazione con la rassegna Giardini di Cultura a Palazzo Te.

Cartoline dal Pianeta Terra

Grande entusiasmo ha suscitato la mostra Flora Artefacta, promossa dal Garden Club a Palazzo D’Arco, che per la prima volta ha esposto la collezione custodita presso il Liceo Virgilio: una rara serie di delicatissimi e preziosi fiori di carta realizzati per scopi didattici a metà Ottocento da Chrstine Jauch.

«Riuscire finalmente a realizzare il festival in primavera, tra le rose e le ortensie in fiore, è stata una grandissima gioia» spiegano Licia Vignotto e Riccardo Gemmo, organizzatori dell’evento.

«Da due anni aspettavamo questo momento e siamo felici che tantissime persone abbiano potuto approfittare di questa occasione per scoprire lo straordinario patrimonio storico, architettonico e botanico della città. Ringraziamo di cuore tutte le persone che con spontanea generosità hanno voluto aprire al pubblico il proprio giardino, trasformano per due giorni uno spazio intimo e privato in uno spazio condiviso, e i 120 volontari che si sono impegnati nell’accogliere i visitatori».

Si tratta per la maggior parte di giovani studenti iscritti al Liceo Virgilio e all’Ites Pitentino, insieme ai quali lnterno Verde sta realizzando una serie di approfondimenti dedicati alla natura e alla sostenibilità ambientale, articoli e interviste che nelle prossime settimane verranno pubblicati sul sito www.internoverde.it

Interno Verde è patrocinato dalla Regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune di Mantova, dall’Associazione Italiana Architettura del Paesaggio, dall’Associazione Nazionale Pubblici Giardini, dall’Associazione Parchi e Giardini d’Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.