In Regione l’incontro tra il primo ministro del Lussemburgo, Xavier Bettel, e il presidente Stefano Bonaccini: “Investire in ricerca e innovazione come motore di uno sviluppo sostenibile”

BOLOGNA – Innovazione e ricercainterscambio economico; automotiveaccoglienza e attrattività turistica.  Continua e si rafforza il dialogo tra Emilia-Romagna e Lussemburgo.

Dopo la visita del presidente Stefano Bonaccini nel Granducato lo scorso mese di giugno, è il primo ministro Xavier Bettel a guidare dal 26 al 27 ottobre una delegazione lussemburghese in Emilia-Romagna.  Un’agenda ricca di appuntamenti per approfondire le relazioni in alcuni settori strategici per entrambi i territori.

A partire dalla possibilità di collaborazione nel campo dell’intelligenza digitale e del calcolo ad alta prestazione, attraverso iFAB, la Fondazione internazionale Big Data e intelligenza artificiale per lo sviluppo umano promossa dalla Regione Emilia-Romagna con sede al Tecnopolo di Bologna, e l’omologa lussemburghese Luxprovide.

Uno dei temi affrontati nel corso dell’incontro, oggi a Bologna, nella sede della Regione, tra i presidenti Bettel e Bonaccini che hanno poi incontrato i giornalisti.

“Sia il Lussemburgo che l’Emilia-Romagna stanno investendo nella ricerca e nell’innovazione per farne il motore del loro sviluppo sostenibile”, hanno dichiarato Bettel e Bonaccini, concordando nell’impegno a “valorizzare le rispettive esperienze e buone pratiche nel campo della cooperazione regionale, consapevoli dei vantaggi rappresentati dall’ancoraggio dei loro territori all’Unione europea e delle dinamiche interregionali”.

Tra i temi su cui si sono soffermati c’è la possibilità di avviare una cooperazione strategica tra iFAB e Luxprovide, in particolare per quanto riguarda la transizione energetica. E tra Luxinnovation e ART-ER, società regionale per l’attrattività territoriale, attraverso i rispettivi programmi di promozione di aziende innovative e start up: Fit4start Lussemburgo e Match-ER – International Open Innovation Program.

Dal premier Bettel anche l’apprezzamento per il Tecnopolo di Bologna e la Data Valley dell’Emilia-Romagna, piattaforma europea del digitale e del supercalcolo.

Appuntamento al Tecnopolo di Bologna, l’incontro con l’assessore Corsini

E proprio le opportunità legate alla gestione dei Big data e al supercalcolo saranno al centro della visita che nel pomeriggio Bettel  farà al Tecnopolo di Bologna, al Data Center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (EcmWf) e al Cineca

Un’occasione per conoscere da vicino la cittadella della scienza, cuore della Data Valley e dell’ecosistema dell’innovazione emiliano-romagnolo, in cui sarà operativo a breve Leonardo, uno dei cinque supercomputer più potenti al mondo, in grado di effettuare 250 milioni di miliardi di operazioni al secondo. Con ricadute significative in molti settori: dall’osservazione dei cambiamenti climatici ai modelli di previsione meteo anche su aree e zone molto circoscritte, dalla lotta all’inquinamento ai tempi delle città e alla mobilità sostenibile, dalla gestione e innovazione dei processi produttivi alla telemedicina e al monitoraggio costante delle condizioni dei pazienti a domicilio, in particolare i più fragili.

Ad accogliere Bettel il direttore del Data Center Matteo Dell’Acqua e il Presidente di Ifab e Cineca Francesco Ubertini.

Turismo, il collegamento aereo diretto col Lussemburgo

La promozione turistica è un altro dei temi al centro della visita della delegazione del Lussemburgo. Oggi anche l’incontro tra il ministro alle Piccole e medie imprese e Turismo, Lex Delles, e l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, per valutare iniziative comuni. Opportunità favorite dal collegamento diretto Lussemburgo-Bologna, operato dalla compagnia di bandiera Luxair al quale si aggiungono i voli estivi su Rimini.

Una delegazione quella lussemburghese formate anche da Michèle Pranchère Tomassini ambasciatrice del Granducato del Lussemburgo in Italia; Diego Brasioli ambasciatore d’Italia in Lussemburgo, oltre al Ad della Camera di commercio del Lussemburgo Carlo Thelen e al presidente di quella italo-lussemburghese Fabio Morvilli. Insieme a rappresentanti del mondo imprenditoriale e dell’università.

Business Forum a Bologna e visita alla Ferrari a Maranello

Giovedì 27 ottobre, incontri diretti e opportunità di rafforzare le relazioni economiche e imprenditoriali tra i due territori saranno al centro dell’Emilia-Romagna – Luxembourg Business Forum a Bologna.

A seguire la visita allo stabilimento Ferrari di Maranello, una delle eccellenze della Motor Valley emiliano-romagnola, dove Bettel e Bonaccini incontreranno l’amministratore delegato del Gruppo Benedetto Vigna.

Appuntamento questo che chiude la visita di Bettel in regione.

Ma non quella della delegazione lussemburghese che proseguirà la sua missione fino al 28 ottobre. In agenda, tra l’altro, gli appuntamenti alla Lamborghini di Sant’Agata bolognese e alla Granarolo. E in provincia di Rimini dove è prevista una visita al Museo Fellini alla presenza del sindaco della città Jamil Sadegholvaad

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.