RIVALTA S/MINCIO – L’ARTE DI ALBERTO TONINI

   Tonini3

di Paolo Biondo (giornalista)

RIVALTA SUL MINCIO – Quando la passione trasforma l’hobby in arte ecco che dalle mani e dalla fantasia di Alberto Tonini nascono opere semplici che al tempo stesso sono cariche di fascino e foriere di delicate emozioni.

Tonini2

L’artista rivaltese una volta completato il suo percorso lavorativo decide di dare voce alla sua passione per la creazione da un lato di oggetti di uso quotidiano, vedi tavoli in ferro battuto e marmo o piastrelle, e dall’altro di modelli in scala minore di monumenti locali o strumenti di lavoro tipici del luogo.

Tonini A

In definitiva, della collezione di Alberto Tonini, personaggio che tra le altre cose ha sempre dedicato parte del suo tempo al sociale avendo ricoperto per svariate stagioni il presidente della sezione Avis di Rivalta, fanno parte sia la ricostruzione del Santuario della Madonna delle Grazie, donato, poi, alla Pro Loco del borgo curtatonense, che lo ha collocato all’interno del Foro Boario e successivamente alle scuole di Grazie, sia la Chiesa Parrocchiale SS Donato e Vigilio di Rivalta sul Mincio.

Restando nell’ambito dell’artistico e dello spirituale, vale la pena ricordare la creazione di un presepe visto con gli occhi dell’abitante del borgo rivierasco dove ha voluto rappresentare oltre alla tradizionale capanna, il corso del Mincio con l’acqua e i pesci, nonché le classiche barche e personaggi che rievocano i vecchi mestieri del fiume.

Tonini5

Da qualche anno a questa parte, inoltre, Tonini ha ampliato il suo bagaglio d’esperienza creando vari modelli delle imbarcazioni che venivano utilizzate in zona. Per rendere il tutto ancor più coinvolgente è solito posizionare su di esse statue, realizzate sempre dallo stesso, personaggi tipici come il pescatore, il cacciatore, il vallivo che si occupava della raccolta della canna palustre e del carice.

Annunci

Rispondi