MANTOVA – A PALAZZO TE RIVIVE L’ARTE MANTOVANA DEL ‘900

MANTOVA - PALAZZO TE.jpg

dal 23 Aprile al 26 Giugno 2016

B.G.

Si inaugura domani 22 Aprile alle ore 18,00 il primo importante evento dell’anno di Mantova Capitale Italiana della Cultura. Il Centro Internazionale di Arte e Cultura di Palazzo Te, il Museo Civico di Palazzo Te e il Comune di Mantova hanno deciso di onorare l’arte e la pittura mantovana del Novecento con la mostra denominata  “QUADRI DA UN’ESPOSIZIONE”.

Dal 23 aprile al 26 giugno 2016, oltre 250 opere di artisti mantovani o vissuti nella città virgiliana, finora conservate nei depositi del Museo Civico di Palazzo Te, saranno esposte al pubblico nella sede rinascimentale delle Fruttiere (Palazzo Te).

 

 

Stefano Arienti nei Depositi di Palazzo Te

Il curatore Stefano Arienti nei Depositi di Palazzo Te

La mostra, nata da un’idea di Giovanni Agosti, si realizza come un progetto di arte contemporanea curata dal mantovano Stefano Arienti, tra i più importanti artisti italiani contemporanei. La ricca raccolta, formata da dipinti, sculture e disegni, è frutto di oltre cinquant’anni di donazioni di artisti, familiari ed eredi degli artisti.

Alcuni quadri che verranno esposti alle Fruttiere del Te.jpg

L’installazione “QUADRI DA UN’ESPOSIZIONE” si presenta come occasione unica per riscoprire lo spirito civico che ha generato la collezione nel suo insieme e per ripercorrere il profilo dell’arte mantovana a partire dalla fine dell’Ottocento. In mostra sono presenti anche le opere di artisti strettamente contemporanei che hanno donato al Comune di Mantova uno o più lavori.

QUADRI DA UN'ESPOSIZIONE.jpg

“QUADRI DA UN’ESPOSIZIONE” è una coproduzione del Museo Civico di Palazzo Te e del Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, presieduto da Stefano Baia Curioni, con la consulenza di un comitato scientifico composto da: Giovanni Agosti, Umberto Angelini, Peter Assmann, Stefano Benetti, Francesca Colombo, Cristiana Collu, Daniela Ferrari, Stefano L’Occaso e Augusto Morari.

Orari: Lunedì 13-19.30; da Martedì a Domenica 9-19.30. Chiusura della biglietteria un’ora prima della chiusura del Palazzo. (foto web)

 

Rispondi