CASTEL D’ARIO – DIECI GIORNI A TUTTO RISO

Festa di riso Castel d'Ario copia.jpgdi G.Baratti

Vi stiamo portando a far conoscere e gustare la “FESTA DEL RISO ALLA PILOTA DI CASTEL D’ARIO” De.Co. a cura dell’Associazione Pro Loco casteldariese, patrocinata dal Comune e in linea con la volontà di promuovere i prodotti locali della “Strada del Riso Mantovano”.

pro loco castel d'ario.jpg

Dal 5 al 16 maggio 2016, l’Area Feste di Piazza Castello gli stand gastronomici accoglieranno i buon gustai del riso mantovano, sapientemente preparato dai volontari della Pro Loco locale che saranno aperti tutte le sere a partire dalle 19,30; mentre le domeniche e festivi saranno aperti anche a mezzogiorno. Al suo interno si potranno trovare anche stand che proporranno risi alternativi mercatini di ogni genere e luna park.

risotto alla pilota.jpg

Il nome curioso di questo piatto tipico del mantovano, ha origine dal nome dialettale dei braccianti delle riserie: in casteldariese infatti le riserie sono dette “pile” e i “piloti” o “pilarini” erano appunto coloro che vi operavano. Poiché il lavoro nelle “pile” si svolgeva in modo continuato non c’era molto tempo da dedicare alla preparazione del pranzo e questa tecnica permetteva di cuocere il riso senza che fosse necessario seguirne la cottura. Al termine di questa il riso viene condito con il pistume, anche se in origine il condimento era molto più semplicemente un soffritto di cipolla.

L’ingrediente fondamentale è il riso Vialone Nano. Va prima bollito, dopo essere stato “buttato” con un imbuto in modo che si disponga a piramide, finché non assorbe tutta l’acqua, poi lasciato riposare per completare la cottura, infine condito con burro, pistume e  formaggio Parmigiano.

Nel paese natio del grande Nuvolari, il riso alla pilota è “De.Co.” la denominazione comunale che si propone di tutelare e conservare nel tempo i prodotti che fanno parte della cultura popolare locale, oltre alla storia e alle tradizioni.

Ottimo l’abbinamento con il Lambrusco Mantovano, che grazie alle caratteristiche e alla territorialità, lo accompagna egregiamente.

spettacoli 2016.jpg(foto Pro Loco Castel d’Ario)

Rispondi