MANTOVA – GIUSEPPE SCALARINI, DUE MOSTRE TRA SATIRA E GUERRA

di Elena Bello

Dal 3 settembre all’Accademia Virgiliana e alla Teresiana sarà possibile visitare le due mostre “Scalarini: la sua Mantova, il suo tempo” e “Scalarini racconta la guerra” indette dalla Fondazione Anna Kuliscioff in collaborazione con la Biblioteca Teresiana, l’Accademia Nazionale Virgiliana, l’Associazione Postumia e il contributo di Fondazione Cariplo.

Le rassegne in occasione del centenario della Grande Guerra mostreranno una vasta selezione di riproduzioni delle vignette dell’artista Giuseppe Scalarini. Nato a Mantova nel 1873 e deceduto a Milano nel 1948, dal 1911 al 1925 fu attivo collaboratore al quotidiano l’Avanti del Partito Socialista Italiano. Perseguitato dal fascismo per aver abbracciato l’ideale anticapitalista e antimilitarista, divenne tra i primi ideatori italiani della vignetta di carattere satirico-politico.

Alla base del suo tratto caricaturale c’è il suo pensiero pacifista che con sguardo critico e cinico parla attraverso un linguaggio sintetico e ben codificato: alcuni tra i soggetti maggiormente rappresentati rimangono il lavoratore tesserato, il capitalista ladro, la falce e il martello, il clericalismo, il proletariato, la borghesia, il sindacato.

Le mostre chiuderanno i battenti il 30 settembre.

 

Rispondi