GAZOLDO D/IPPOLITI – ALL’ASSOCIAZIONE POSTUMIA PRESENTAZIONE del libro di SARA GALLI “QUADRETTI PORTOGHESI”

quadretti portoghesi.jpg

Per gli incontri all’Associazione Postumia di Gazoldo degli Ippoliti (Piazzetta Postumia 2), il mese di febbraio, domenica 5, si apre con la presentazione del coinvolgente romanzo dal titolo “Quadretti Portoghesi” (Gilgamesh Edizioni) scritto da Sara Galli

Spiega Nanni Rossi,direttore dell’Associazione – “Superati i “giorni della merla”, ci addentriamo nel secondo mese invernale, rispettando alcune delle nostre tradizioni: La MEMORIA DELLA SHOA l’abbiamo affidata al bel libro di SARA GALLI dal titolo “Quadretti portoghesi – con pennellate ebraiche”. Per l’occasione, sarà circondata da un parterre d’eccezione, a cominciare dalla figlia STELLA IOLANDA BASSANI per finire con la violinista ANCA VASILE e l’amico di Postumia, il pianista ALESSANDRO TREBESCHI“.

Il libro racconta un viaggio in una piccola cittadina portoghese, scoperte, incontri e ricordi di un’altra vita. Sara percorre le vie della città dove abita ora il figlio, scrutando, immaginando e rivivendo momenti passati a Mantova e a Gerusalemme in mezzo a tradizioni differenti e storie antichissime.

Sara Galli.jpg

Sara Galli, di origini ebraiche, nasce a Losanna (Svizzera) nel 1944, in un campo di lavoro dove i genitori si erano rifugiati.

Frequenta la scuola superiore magistrale e al contempo studia fisarmonica con il padre allora direttore d’orchestra. Fin da giovane viene inserita nel gruppo di fisarmonicisti formanti l’orchestra dell’ENAL di Verona, divenuta poi Orchestra Città di Verona.

Insegna musica presso lo studio del padre. Si diploma in gemmologia ed ottiene la licenza di commercio per oreficeria ed orologeria.

Consegue anche il diploma di maestra per la scuola d’infanzia e per l’insegnamento propedeutico della musica per bambini, lavoro che svolge per venticinque anni presso la Nuova Scuola di Musica di Mantova, periodo durante il quale pubblica anche diversi articoli su giornali locali riguardanti il mondo della musica.

(G. Baratti)

Annunci

Rispondi