QUISTELLO – “DADLÀ DA PO”: LE FOTOGRAFIE di MAURIZIO FRANZOSI al MUSEO GORNI

dadla da po1.JPG

5 MARZO – 1 APRILE 2017

Inaugurazione: 5 marzo ore 10,30

Con il patrocinio del Comune di Quistello e del Comune di Gatteo Mare e la preziosa collaborazione  dell’associazione “Amici del Museo G. Gorni“, dal 5 Marzo al 1° Aprile 2017 nel Museo Giuseppe Gorni a Nuvolato di Quistello, prenderà il via la mostra “Dadlà da Po, esposizione di 30 fotografie realizzate da Maurizio Franzosi, che raccontano attraverso il punto di vista dell’autore, l’Oltrepò mantovano.

dadla da po2.JPG

Una terra nata dalle acque, che le bonifiche hanno protetto e cresciuto, resa forte e generosa, terra di storia, della Contessa Matilde e dei Gonzaga, di abbazie e chiese, di natura  e di operosa bellezza. La scelta della sede non è casuale e va a creare un parallelismo tra le opere di Giuseppe Gorni, esposti ai piani superiori, e le moderne forme d’arte di Franzosi; in tempi diversi, due visioni dello stesso territorio.

dadla da po3.JPG

All’inaugurazione  saranno presenti oltre all’autore anche i rappresentanti delle aziende e le autorità che hanno sostenuto la realizzazione della mostra; avrà come ospite uno chef romagnolo che preparerà alcune degustazioni di prodotti tipici della Romagna da offrire agli intervenuti.

Nei fine settimana che accompagneranno la mostra si ripeterà l’offerta ai visitatori delle degustazioni delle tipicità romagnole.

È un’occasione per vivere in fotografia, in bianco e nero, i nostri luoghi – commenta l’Assessore alla Cultura Giorgio Moreno Piccininidove ciascuno si può riconoscere e riscoprire le emozioni del vivere quotidiano“.

Maurizio Franzosi.jpg

Maurizio Franzosi nato a Quistello, fin da piccolo con i genitori si è trasferito in provincia di Milano ed ora vive a Cesenatico, ma ha continuato a frequentare il paese dove è nato, l’Oltrepò e Mantova dove vivono tuttora alcuni degli affetti familiari più cari.

La mostra fotografica è una testimonianza e un omaggio alla sua terra, alle emozioni e ai ricordi che porta con sé, con l’auspicio che ogni visitatore possa condividere le stesse sensazioni nei fotogrammi di questo racconto visivo.

 

Annunci

Rispondi