MANTOVA – Il Comune aderisce all’iniziativa “Earth Hour”. Il 25 marzo verrà spenta per un’ora l’illuminazione del Castello di San Giorgio

Earth Hour.jpg

La Giunta comunale riunitasi oggi giovedì 9 marzo,  ha deciso di aderire all’iniziativa “Earth Hour” – L’Ora della terra. Si tratta di un evento internazionale promosso dal Wwf che si svolgerà il 25 marzo a livello globale e prevede un gesto simbolico di valore ambientale come spegnere le luci di una casa, di un edificio, di un monumento, o l’illuminazione di una strada o di una particolare area di una città, almeno per un’ora. E così la città di Mantova aderirà a tale iniziativa attraverso lo spegnimento dell’illuminazione del Castello di San Giorgio dalle 20.30 alle 21.30.

È un evento che unisce cittadini, istituzioni e imprese in una comune volontà di dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico. Il Comune di Mantova ha deciso di aderire dato che già aderisce al Patto dei Sindaci ed ha approvato il Piano d’Azione per l’Energia sostenibile (Paes). Si ricorda che l’Amministrazione comunale ha intrapreso un percorso condiviso, Paes congiunto, con i Comuni di Marmirolo, Porto Mantovano, Curtatone, Roncoferraro, Bagnolo San Vito, Borgo Virgilio e Unione di Comuni Lombarda San Giorgio e Bigarello finalizzato alla costruzione ed attuazione di azioni congiunte rivolte alla riduzione delle emissioni di CO2 ed alla promozione di buone pratiche per incrementare l’efficienza e il risparmio energetico.

gai.JPG

Rinnovata l’adesione al circuito Giovani Artisti Italiani. La Giunta ha deciso di rinnovare, per altri due anni (2017 e 2018), l’adesione del Comune di Mantova, attraverso il settore delle Politiche Giovanili, all’Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani (Gai). Tale organismo, di cui ne fanno parte oltre trenta città d’Italia, ha lo scopo di sostenere la creatività giovanile attraverso iniziative di formazione, promozione e ricerca come, per esempio, concorsi, spettacoli teatrali e musicali, mostre e workshop.

Nel 2016 – ha detto l’assessore comunale Andrea Capriniabbiamo lavorato in sinergia soprattutto con Reggio Emilia e Siena per la rigenerazione di spazi urbani attraverso la creatività giovanile. A Mantova, per esempio, siamo intervenuti sull’ex Centro di aggregazione giovanile di Lunetta, assieme al Politecnico, per renderlo un laboratorio da consegnare ai giovani artisti”.

La quota di adesione al Gai è di 2mila euro all’anno.

ica mantova.JPG

Ad Ica l’incarico di affiancare gli uffici comunali per la ridefinizione delle aree soggette a concessione di commercio. La Giunta Palazzi ha approvato l’atto di indirizzo finalizzato all’estensione del contratto in essere con la società Ica srl, per il supporto agli uffici comunali relativamente alle attività di ridefinizione delle aree soggette a concessione di commercio su area pubblica, predisposizione del bando, della graduatoria e della conseguente assegnazione, nonché per le attività amministrative connesse alla gestione delle istanze di occupazione permanente di suolo pubblico.

In sostanza ci stiamo preparando per l’entrata in vigore della direttiva comunitaria Bolkestain – ha detto il vicesindaco e assessore al Commercio Giovanni Buvoli –. La nuova legge prevede che nel 2018 andranno a scadenza tutte le vigenti concessioni di commercio su aree pubbliche del Comune di Mantova”.

Gli uffici dell’ente, quindi, dovranno provvedere alla ridefinizione degli spazi destinati al commercio su aree pubbliche, alla definizione di criteri per la nuova assegnazione dei suddetti spazi, alla predisposizione di un bando ad evidenza pubblica per la riassegnazione delle aree, alla definizione della conseguente graduatoria ed all’assegnazione definitiva degli spazi.

Il Comune, per farsi trovarsi pronto e preparato davanti a questa prossima direttiva comunitaria – ha sottolineato Buvoli – ha deciso di affidare ad Ica srl tutte queste complesse attività. Quindi estenderemo il contratto, già in essere dal maggio 2014, tra la società e lo stesso ente. Abbiamo deciso di affidarci ad Ica data la sua comprovata e pluriennale esperienza nella gestione del commercio su aree pubbliche e mercatali. Sarà sicuramente un supporto importante per gli uffici comunali”.

(photo arch.web)

 

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.