MANTOVA – PALAZZO DUCALE SEMPRE PIÙ SOCIAL: SCOPRIRE I GONZAGA CON UN CLICK

I GONZAGA CON UN CLICK.jpg
Ultimi giorni per partecipare alla campagna realizzata in collaborazione con Electa.

Sui canali Facebook, Twitter e Instagram di Palazzo Ducale da qualche settimana hanno preso vita diversi personaggi della famiglia Gonzaga, con una campagna che dalla rete si è trasferita in città, alla riscoperta di alcuni dei protagonisti del Rinascimento italiano, tra colpi di scena e ritrovamenti inaspettati. Fino al 18 marzo prossimo, sarà ancora possibile partecipare a questa avventura: basta fare uno scatto in piazza Castello con #Ludovico#Barbarina, la #Dama e il cardinal #Francesco, condividerlo sui social network con l’hashtag #chihavistoiGonzaga… e aspettare l’evento finale offline. 

Quattro le fasi in cui si è sviluppata la campagna e un’unica domanda: #chihavistoiGonzaga? 

All’inizio, i personaggi hanno letteralmente animato le pareti affrescate della Camera Picta; è seguito un vero e proprio tour per le vie della città dove, tra identikit e presenze inaspettate, si sono immersi nella quotidianità cittadina, invitando i curiosi a seguirli in un momento di incontro tra passato e presente, tra favola e realtà. Infine, l’invito a tornare tutti insieme a Palazzo, per riscoprire con occhi diversi i capolavori custoditi: non più testimonianze di un glorioso passato ormai concluso, ma patrimonio culturale materiale e immateriale contemporaneo.

Nella strategia dell’ufficio stampa milanese di Electa, Palazzo Ducale si è dunque aperto ai social per raccontare, con un linguaggio innovativo e coinvolgente, il “viaggio” tra realtà e immaginazione intrapreso da alcuni membri della famiglia che, a partire dalle pareti affrescate della Camera Picta, hanno deciso di tornare a vivere la città dopo secoli di vita a corte, alla ricerca di qualcosa che sentono di aver smarrito da tempo: il contatto diretto con la gente e la consapevolezza del valore materiale e immateriale del proprio lascito.

Col passare dei giorni, il pubblico ha vissuto un racconto fatto di immagini e parole, tra le sale di Palazzo e le piazze cittadine: la community del web ha mostrato di apprezzare soprattutto i teaser iniziali, mentre il pubblico reale ha avuto modo di riflettere sul senso di questa insolita avventura nata sul web, riappropriandosi di un passato percepito come nuovamente attuale, e proiettato al futuro.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.