MANTOVA – “OLTRE LA SOGLIA DEL CIELO” opere di STEFANO ABELLI e GIUSEPPE PORTELLA

oltre la soglia del cielo.jpg

Inaugurazione 13 maggio alle ore 17,00

13 maggio – 4 giugno 2017

Oltre la soglia del cielo” entrambi gli artisti, sognano e intravvedono un mondo di infantile felicità e di gioco surreale. È la magica conquista  delle sperimentazioni autentiche, che permettono all’arte  di arrivare alla trasfigurazione della realtà.

Sabato 13 maggio alle 17,00 si inaugura al Museo Francesco Gonzaga di Mantova (piazza Virgiliana) la bipersonale di Stefano Abelli e Giuseppe Portella, curata da Gianfranco Ferlisi. La mostra rimarrà aperta fino a 4 giugno 2017.

Stefano Abelli e Giuseppe Portella, attraverso una consolidata amicizia, passioni comuni e condivise tensioni estetiche, approdano ad esiti differenti, ma ugualmente coinvolgenti, in cui ognuno dei due artisti esprime fino in fondo la propria individualità.

Abelli_foto_RID.jpg

Stefano Abelli, svincolato da qualsiasi segno troppo accademico, bandisce ogni profondità di campo e, grazie a scelte cromatiche essenziali, traccia un percorso carico di arcana anti-classicità. Nelle sue opere campeggia uno sfondo monocromo, piatto, su cui danzano figure ataviche o aliene, forme archetipe, elementi primari immediatamente riconoscibili. Prevale sempre, in Abelli, la forza di giocare con inserti polimaterici, con una referenzialità narrativa ma antinaturalistica.

Portella_foto_RID.jpgGiuseppe Portella incanta con la grazia di quadri brillanti di resina, in cui l’emozione estetica è affidata soprattutto allo spazio e alla luce. Sullo spazio prendono vita sequenze di cerchi concentrici, diafani come pietre dure, isole galleggianti su un mare cromatico fatto di astrazione, di rarefazione, centri concentrici da cui deriva un richiamo all’armonia inclusiva dell’ordine dell’Altissimo. La crescita espressiva di Portella, esaltata dall’utilizzo della materia del suo lavoro (“nulla mi appaga più che lavorare la resina”), fa costantemente emergere inaspettate luminescenze e innumerevoli alchimie del colore.

Risulta in questo modo giustificato e chiaro il significato del titolo della mostra, in cui si accostano le smarrite e primordiali forme danzanti di Stefano Abelli e la fluida trasparenza dei cerchi armonici e delle luci di Giuseppe Portella. “Oltre la soglia del cielo” entrambi gli artisti sognano e intravvedono un mondo di infantile felicità e di gioco surreale. È la magica conquista  delle sperimentazioni autentiche, che permettono all’arte  di arrivare alla trasfigurazione della realtà.

corradelli.jpg

A seguire, in occasione della prossima chiusura dell’esposizione, sarà presentato ufficialmente al pubblico il catalogo della mostra di Vasco Corradelli realizzato a cura di Gianfranco Ferlisi ed edito da Il Rio “Arte e sacro” (Mantova 2017, 80 pag. a colori, ISBN 978-88-98662-93-7).

Giorni e orari di apertura della mostra: da mercoledì a domenica mattino: dalle 9,30 alle 12,00; pomeriggio: dalle 15,00 alle 17,30

Sono possibili visite guidate alla mostra su appuntamento.

Annunci

Rispondi