VERONA – L’ORCHESTRA “LA SINFONICA MANTOVANA” DEBUTTA A PALAZZO DELLA GRAN GUARDIA

concerto.JPG

“La Sinfonica Mantovana” debutterà il prossimo 23 maggio a Verona, nel prestigioso
Palazzo della Gran Guardia, cortesemente messo a disposizione dal Comune, che ha
ritenuto particolarmente meritevole, dal punto di vista culturale e sociale, l’iniziativa di dare vita ad una nuova Orchestra.
La una serata sarà densa di emozioni non solo musicali.

L’evento, infatti, organizzato in collaborazione con il Lions Club Verona Dante Alighieri, è finalizzato a raccogliere fondi per sostenere il service distrettuale per il centenario: l’acquisto di una TAC tridimensionale per il Centro Sion di Marzana. Un’iniziativa fortemente voluta dal Presidente Davide Foroni e dalla Vicepresidente Enza Moratti, grati che una città tempio e simbolo della musica, quale è Verona, abbia convocato un’Orchestra così giovane, tenendola, di fatto, a battesimo per la sua prima trasferta.

programma di sala.JPG

Il programma del concerto prevede due pagine celeberrime del repertorio sinfonico: la
Sinfonia n° 9 detta “Dal nuovo mondo” di Antonin Dvořák e la “Rhapsody in Blue” di
George Gershwin, nella quale si esibirà come pianista solista il M° Leonardo Zunica,
grande talento mantovano molto noto in tutta Europa.

L’esecuzione di questi brani richiede un organico numeroso e, necessariamente, di altissimo livello. La selezione dei musicisti è stata effettuata con l’impareggiabile contributo dai Maestri Daniele Braghini, per la sezione fiati, e Luca Bertazzi per la sezione archi.

Il concerto sarà diretto dal M° Matteo Beltrami, Direttore musicale del Teatro Coccia di
Novara, che in venti anni di carriera ha diretto, nei più prestigiosi teatri italiani, oltre
quaranta titoli operistici, spaziando dal barocco a prime assolute di opere contemporanee.

“La SinFonica ManToVana”: questa “giovane” orchestra nasce dalla volontà del M.° Davide Foroni, (che ne è il Presidente e Direttore Artistico), in collaborazione con la dott.ssa Enza Moratti e con il sostegno dei maestri Luca Bertazzi e Daniele Braghini, di creare un’orchestra sinfonica stabile, formata da musicisti legati al territorio,degna di una città, Mantova, che ha conquistato il titolo di “capitale della cultura”.

L’entusiasmo dei promotori ha immediatamente raccolto l’adesione e disponibilità da parte di straordinari musicisti, da tempo collaboratori nelle maggiori orchestre italiane e internazionali,consapevoli di non entrare a fare parte di un’orchestra, ma di creare la Loro orchestra.

La Sinfonica Mantovana ha già coniugato la diffusione della cultura musicale con l’impegno sociale, dedicando il concerto dello scorso febbraio alle iniziative del Soroptimist international a favore delle popolazioni colpite dal terremoto, e questa sera è onorata di debuttare in una città simbolo della musica, sostenendo un importante service dei Lions.

Annunci

Rispondi