L’ARTISTA SILVIA CAIMI APPRODA ALL’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA di SAN FRANCISCO

Dopo il successo nelle prestigiose sedi italiane nel 2017, il progetto espositivo “JUMP” curato da Giammarco Puntelli approda all’Istituto Italiano di cultura di San Francisco.

JUMP 47 oil on canvas 70x70cm 2016

La mostra ospiterà una quindicina di grandi tele dell’artista italiana Silvia Caimi che si inaugurerà venerdì 9 febbraio 2018 alla presenza della pittrice. L’obiettivo del progetto è di portare nell’Istituto Italiano di Cultura di San Francisco una ricerca “made in Italy” che possa unire la tradizione tecnica e pittorica italiana al senso dinamico e spettacolare della performance tipica statunitense.

Le opere della pittrice mantovana, che ha esposto in diverse prestigiose locations italiane oltre che a Miami, a New York e a Londra,  e che nel 2014 è stata insignita per merito artistico della prestigiosa medaglia del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, propongono il tema del JUMP, il “volo”, metafora dell’umana e continua aspirazione al trascendente e all’essenza della vita.

JUMP 60 oil on canvas 100x100cm 2017.jpg

La ricerca artistica di Silvia Caimi, fortemente influenzata dagli studi classici, si ispira al pensiero filosofico neoplatonico. Plotino, uno dei più importanti filosofi greci dell’antichità, riteneva che i fenomeni e le forme fossero una pallida immagine o imitazione di qualcosa “di più alto e comprensibile” che era ”la parte più vera dell’autentico Essere”.

Silvia Caimi ci propone di scoprire il nostro vero essere specchiandoci nella bellezza delle sue figure, corpi bellissimi in evoluzione, dove il gesto atletico, il “JUMP” rappresenta un passaggio temporale e un’evoluzione morale dell’uomo che si consegna al suo destino.

Silvia Caimi

Silvia Caimi, nata a Mantova, ha compiuto studi ad indirizzo umanistico. Laureata in lettere, approfondisce gli studi di arte bizantina, medievale e moderna, diplomandosi, durante gli studi universitari, anche in Archivistica Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di Stato della propria città. In seguito, selezionata, approda ad un prestigioso Master in materie economiche presso l’Università di Lingue e Scienze della Comunicazione IULM di Milano. Si dedica per passione alla pittura coltivando il talento naturale, che presto evolve in una ricerca artistica rigorosa e metodica, particolarmente rivolta alla figura umana femminile e maschile. L’attenzione alla composizione ed al disegno, declinati in effetti di modellazione quasi scultorea o di liquida dissolvenza nel palpito di un’emozione, rivelano una continua tensione all’indagine interiore, all’emozione e alla suggestione, che sono al centro del suo misterioso, onirico e contemporaneo mondo figurativo. Ha partecipato a numerose esposizioni nazionali ed internazionali, ottenendo importanti riconoscimenti, tra i quali nel 2014 la medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Dopo Londra e Spoleto International Art Fair, il suo lavoro è stato selezionato da critici importanti per esposizioni che rappresentano il dipingere italiano all’estero. Ha partecipato nel 2014 alle rassegne Imagine e Rotta a Nordest, curate dal Prof. Giammarco Puntelli. Selezionata per la Biennale di New York 2015 e la Biennale di Dubai 2016, è stata selezionata e invitata ad un’importante antologica del Maestro Aligi Sassu per un dialogo sul disegno, uno dei luoghi pittorici essenziali del maestro.

JUMP 58 oil on canvas 80x80cm 2016_3.jpg

L’artista ha partecipato a EXPO IN CITTÀ in EXPO 2015, piattaforma culturale che il Comune e la Camera di Commercio di Milano hanno scelto di associare al Padiglione italiano del Cibo. “L’arte e il Tempo” è stato l’evento ufficiale che ha accolto le sue opere nel giugno 2015 a Palazzo Giureconsulti di Milano in Piazza Duomo. Selezionata per la Triennale di Roma, nel 2017 ha esposto al Complesso del Vittoriano. In gennaio e marzo 2017 ha esposto a Palazzo Ferrajoli in Piazza Colonna a Roma durante un prestigioso evento organizzato in occasione dell’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca e durante la ricorrenza dei Patti di Roma.

Dopo San Francisco, esporrà a Firenze.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.