GONZAGA – LE OPERE DEL FOTOGRAFO PIERO CAZZOLI ESPOSTE A MONDO BONSAI

Un fine settimana all’insegna dell’affascinante cultura orientale, declinata tra bonsai preziosi, arti marziali, arte, fotografia, usi e costumi da Cina e Giappone, attende la Fiera Millenaria di Gonzaga (MN) sabato 7 e domenica 8 aprile. La storica fiera degli alberi in miniatura che raggiunge il suo 14° anno e sempre in tema oriente, entrano in fiera ormai da qualche anno, anche le opere fotografiche di Piero Cazzoli e Giovanni Fortunati.

Per l’edizione 2018 di Mondo Bonsai, la genialità di Piero Cazzoli l’ha portato alla realizzazione della foto-fiaba: Biancaneve e i sette nani, Cappuccetto Rosso, Grande Incontro, Nostastalgia e Oggi a casa mia un po’ di confusione.

Sono ovviamente soddisfatto – dichiara Cazzoli – di essere stato chiamato anche quest’anno ad esporre in un contesto importante come Mondo Bonsai, è per me motivo di stimolo per continuare a migliorare la tecnica. La passione per la fotografia è praticamente nata insieme a meCon il passare degli anni molti sono stati gli elementi che mi hanno portato a compiere un’evoluzione, passando dalle reflex (a pellicola) a quelle digitali. Mi sono poi specializzato sul tema delle “Nature Morte”creando i soggetti in studio perché ho maggiorepossibilità di giocare con le luci; strumenti, questi, che mi permettono di avere i chiaroscuri tanto da me amati. Non nascondo che sono un appassionato della pittura del periodo Fiammingo e da questa spesso mi capita di trarre forti ispirazioni per le mie foto”.

Giovanni Fortunati ha trascorso per molti anni con la macchina fotografica in mano e in camera oscura; ma con l’arrivo del digitale ha iniziato con entusiasmo sperimentare realizzando le sue immagini più originali utilizzando la post-produzione come un pittore userebbe il pennello. Se c’è una cosa di cui Fortunati è particolarmente dotato, è la curiosità.

MONDO BONSAI è ormai un appuntamento consolidato, arte e cultura del Sol Levante organizzata in collaborazione con il Club Bonsai Gonzaga e con il patrocinio dalla Fondazione Italia Giappone. In più, dimostrazioni tecniche per coltivare e mantenere le proprie piantine e l’S.o.s. Bonsai. In mostra ci saranno 300 bonsai, tutti particolarmente preziosi e provenienti da collezioni uniche. Tra questi, pezzi rarissimi che hanno superato i 200 anni di vita e vengono tramandati di generazione in generazione e curati con grande passione.
(GB)

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: