GONZAGA – “ARDENTEMENTE” DEGUSTAZIONE COMPARATA DI MOSTARDE

Padiglione 1 – Fiera Millenaria di Gonzaga 

Mercoledì 5 settembre ore 20.00

mostarda-img

Alla Millenaria di Gonzaga torna “Ardentemente” degustazione comparata di mostarde di fattoria per decretare la miglior mostarda 2018. A selezionarla sarà una giuria tecnica composta da giornalisti, gastronomi ed esperti del settore. Anche quest’anno il presentatore dell’evento sarà Stefano Basile, gastronomo e esperto conoscitore della mostarda mantovana che guiderà l’evento soffermadosi sulle principali differenze che contraddistinguono la nostra mostarda, ma soprattuto gli elementi che la rendono un prodotto di fattoria.

Le aziende che si sfideranno per aggiudicarsi il titolo di miglior mostarda mantovana di fattoria sono:

  • Loghino 6 piani di Serravalle Po
  • Corte Valle San Martino di Moglia
  • Loghino Vittoria di Gazoldo degli Ippoliti
  • Agriturismo San Lorenzo di Pegognaga
  • Azienda agricola Zanchi di Roverbella
  • Azienda Agricola Ca’ Rossa di Pegognaga
  • Azienda  Agricola Palazzina Bassa di Gazoldo degli Ippoliti
  • Corte Villoresi di Bondeno di Gonzaga
  • Corte Garzotta di Quistello

5__la_mostarda

I numeri della mostarda mantovana di fattoria: sono circa quaranta i produttori di mostarde mantovane di fattoria, ma il numero è in salita, la scelta di iniziare a trasformare è dettata da una parte dalla sovra produzione di frutta e dall’altra dal fatto che dal punto di vista del reddito delle aziende è sicuramente più remunerativo. Nel 2017 sono state prodotte 10 tonnellate di mostarde di fattoria, al primo posto c’è la mostarda di mele, che va per la maggiore tra le scelte delle aziende, al secondo posto quella di pere. Qualcuno si lancia in mostarde con abbinamenti particolari o insoliti, ma i quantitativi sono inferiori.

L’evento che si terrà mercoledì 5 alle 20.30 nello spazio del Consorzio agrituristico mantovano sarà dunque una grande opportunità per fare il punto insieme sul costante lavoro della produzione locale che trasforma i propri frutti in mostarda mantovana di fattoria, per valutare  lo stato  dell’arte della qualità della mostarda di fattoria,  per far conoscere gli attori che ci operano e comprendere oltre che le differenze rispetto al prodotto industriale, anche le diversità tra i partecipanti al concorso.

mostarde.jpg

Il grande lavoro di selezione e promozione che il Consorzio ha svolto negli ultimi 20 anni, ha permesso di creare e sviluppare, nel caso specifico di questo prodotto, la Rete dei Produttori di Mostarda Mantovana di Fattoria, un tavolo continuo di scambio e dibattito tra aziende contadine mantovane che ha come oggetto la mostarda naturale e tradizionale nel rispetto della cultura e del territorio che rappresenta. Il Consorzio si pone come obbiettivo statutario la valorizzazione dell’eccellenze locali, e degli antichi sapere contadini tramandate nel tempo tra le generazioni agricole  attraverso  ricette e prodotti  di fattoria, che ad oggi rischiano di estinguersi nel confronto diretto col mercato alimentare della grande distribuzione.

Durante la serata sarà distribuita la guida “La mostarda mantovana di fattoria brucia di passione” con la storia, le curiosità, le ricette e le diverse tipologie di mostarde presenti sul nostro territorio con qualche curiosità e insoliti abbinamenti.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.