GAZOLDO d/IPPOLITI – “I BAMBINI INVISIBILI. FOTOGRAFIE DI DORETTA GEREVINI

 

1_Bambini invisibiliIl Museo d’Arte Moderna dell’Alto Mantovano di Gazoldo degli Ippoliti (Via Marconi, 126) dal 2 dicembre 2018 al 13 gennaio 2019 ospita la mostra “I BAMBINI INVISIBILI”, fotografie di Doretta Gerevini a cura di Gianfranco Ferlisi.

Inaugurazione domenica 2 dicembre 2 018 alle ore 16:00

La mostra fotografica “I Bambini Invisibili” è il frutto di un lavoro iniziato da Doretta Gerevini nel 2015, in occasione del progetto nazionale dal titolo “Tanti per tutti” proposto dalla Fiaf (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).

Tale progetto aveva lo scopo di raccontare la realtà e le specificità delle associazioni di volontariato operanti in Italia.  La scelta di Doretta è caduta sull’Associazione Dharma onlus,di Brescia che si occupa di garantire accoglienza e amorevoli cure ai bimbi abbandonati alla nascita nelle strutture ospedaliere locali (Spedali Civili e Fondazione Poliambulanza).

Leggiamo qui di seguito, alcune righe del testo critico di Gianfranco Ferlisi, direttore del MAM: “Le fotografie di Doretta Gerevini ci raccontano di una musica di tenerezza, quella che dovrebbe risuonare alla nascita di ogni vita e che, malgrado tutto, mormora anche alla nascita dei «bambini invisibili», piccoli sconosciuti ai più e qui, finalmente, protagonisti di una realtà fotografica in cui l’interiorità, il tempo, il sogno, la dimensione affettiva confluiscono in un messaggio di emozionante autenticità.

I «bambini invisibili» sono i neonati abbandonati dai genitori al momento della nascita, bimbi sospesi fra un parto non desiderato e un futuro incerto, privi della sfera affettiva premurosa su cui ogni bimbo e ogni essere umano dovrebbe contare. La sensibilità di Doretta permette di andare ben oltre la puntuale registrazione di quanto accade nella loro quotidiana realtà. Le sue algide fotografie in bianco e nero rivelano e trasmettono partecipazione, ansia, dubbi, meraviglia, ribellioni, condivisione, fantasmi, pensieri e, soprattutto, amore per quello che è comunque il miracolo della vita: ne emerge un complesso, originale e inedito processo di interpretazione del mondo, una lettura personale e non del tutto esplorata dell’universale vicenda umana, che ha comunque e dovunque un momento di nascita ma che non sempre pare averne il diritto.”

I AMBINI INVISIBILI.jpg

Per Doretta Gerevini:“Raccontare, grazie a questa bellissima arte che è la fotografia, realtà così vicine a noi e nello stesso tempo così poco conosciute, è diventata una esigenza importante e, se niente nella vita accade per caso, ecco che allora “I Bambini Invisibili” sono un caso importante da raccontare”.

 

La mostra dunque – come afferma Nicola Leoni (sindaco di Gazoldo) – narra, attraverso il cuore e gli occhi dell’autrice, i momenti più significativi del “coccolaggio” per rivelare, sensibilizzare e far conoscere questa realtà sconosciuta ai più ma così vicina a tutti noi.

Gli scatti sono stati eseguiti presso il Reparto Neonatale dell’Ospedale Civile di Brescia, e presso il Reparto Terapia Intensiva Neonatale della Poliambulanza di Brescia, dove i volontari dell’Associazione svolgono la loro opera di volontariato.

La rassegna è composta da 36 fotografie in bianco e nero, il cui editing è stato confermato dal Direttore del Dipartimento Cultura della Fiaf, Silvano Bicocchi. Le stampe sono state eseguite su carta fine art baritata e incorniciate nella misura 40×60.

Orari di apertura della mostra: dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 12:00 Giovedì, sabato e domenica pomeriggio dalle 15:00 alle 18:00

Per scuole e gruppi di almeno 10 persone è possibile concordare visite su appuntamento (0376 – 657141-int. 6) – ingresso gratuito

Chiusure festive: 23-26 dicembre – 30-31 dicembre – 1 gennaio – 6 gennaio

Informazioni:

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.