MANTOVA – FINALMENTE UNA GIOIA: progetto per sostenere e favorire l’occupazione giovanile. PALAZZI: “I giovani sono la nostra priorità”

Sono 104 i tirocini partiti dall’inizio del progetto Finalmente una Gioia. Di questi 51 si sono conclusi mentre 23 sono ancora in corso. Si tratta di tirocini di 6 mesi, remunerati con le risorse del Comune, 500 euro al mese, e con una premialità per l’azienda in caso di stabilizzazione. Per il progetto l’Amministrazione ha messo a disposizione 500mila euro all’anno per tre anni.

FINALMENTE UNA GIOIADei tirocini arrivati al termine, 26 hanno portato ad un’assunzione con un esito positivo quindi pari al 51%. Un risultato importante, soprattutto in relazione ai risultati recentemente diffusi sull’effetto del Decreto Dignità del Governo che vede nella nostra provincia un tasso di stabilizzazione non superiore al 15-17%. Meno di 1 su 5 trova un’occupazione stabile.

I dati sono stati resi noti in una conferenza stampa che si è svolta sabato 23 marzo nell’aula consiliare del Comune di Mantova. A presentarli sono stati il sindaco Mattia Palazzi, il vice sindaco con delega alle Attività Produttive Giovanni Buvoli e l’assessore al Welfare Andrea Caprini.

E’ bellissimo sapere che 25 giovani mantovani – ha riferito il sindaco Palazzi – hanno trovato lavoro grazie alla nostra misura e alle risorse che abbiamo messo. I giovani sono la nostra priorità”.

I giovani che hanno partecipato sino ad ora al progetto sono per il 53% maschi e per il 47% femmine. Il 45% ha un’età compresa tra i 25 e i 29 anni, il 28% è tra i 22 e i 24 anni e il 27% va dai 16 ai 21 anni.

FINALMENTE UNA GIOIA 4

Abbiamo creduto in questa nuova ed inedita azione di politica attiva del lavoro – aggiunto Buvoli -, nonostante non sia una competenza specifica dei comuni, perché abbiamo ritenuto che davanti al dilagante problema della disoccupazione giovanile non fosse possibile stare guardare. Per questo abbiamo messo a disposizione 500mila euro all’anno per 3 anni, tutte risorse del Comune. Inoltre la nuova edizione, a differenza della precedente, potranno accedere al progetto anche i giovani che frequentano percorsi universitari”.

E’ interessante anche il dato sul livello di istruzione che vede per il 49% giovani diplomati e per il 12% laureati. Il 26% ha la licenza media mentre l’11% ha qualifiche e attestati.

Il 41% dei tirocinanti viene da una situazione di ricerca della prima occupazione mentre il 59% aveva un lavoro ma lo ha perso.

Ha sottolineato l’assessore Caprini: “La nostra Amministrazione ha sempre avuto un occhio di riguardo per i giovani del nostro territorio, aiutandoli in ogni modo possibile a costruirsi una prospettiva nella loro città. Dal lavoro, al bonus affitti, dagli asili gratis all’università. Per noi ogni giovane che trova un’occupazione stabile è un pezzo di futuro che prende forma, coraggio e consistenza”.

Possono accedere al progetto i ragazzi di età compresa tra i 16 e i 29 anni compiuti, residenti nel Comune di Mantova, in una condizione di disoccupazione (ai sensi del d.lgs. n. 150/2015), che non stiano svolgendo servizio civile o un tirocinio extra-curriculare, che non abbiano in corso di svolgimento interventi di politiche attive (ad es. Dote Unica Lavoro, Garanzia Giovani, Assegno di Ricollocazione), che siano in condizione di regolarità sul territorio nazionale.

Per le imprese che vogliono aderire al progetto è necessario avere sede legale e/o operativa nella provincia di Mantova.

Molti anche gli strumenti per avere informazioni sul progetto: WhatsApp: 366/6969309 – Messenger: Finalmente una gioia – Comune di Mantova Sportello informativo: Via Imre Nagy, 28 c/o Sol.Co – Mantova dal lunedì al venerdì 9.00 – 13.00 finalmenteunagioia@comune.mantova.gov.it

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.