CAVRIANA: TURISMO RURALE – INCENTIVI DAL GAL GARDA E COLLI MANTOVANI

Turismo rurale: risorse per creare punti info e per potenziare la mobilità lenta. Il Gal Garda e Colli Mantovani pubblica due bandi per 2 milioni di euro

TURISMO RURALE IN BICI ALTOMINCIO

Gli esempi di vacanza a stretto contatto con la natura si moltiplicano e rafforzano i dati del turismo green, in costante crescita nel paese e anche nel territorio dei Colli morenici e a Sud del lago di Garda. Il perno di questi tour sono le aziende agricole e agrituristiche per le quali il turismo rurale rappresenta una leva di crescita economica che porta vantaggi a tutto il territorio. “Un sistema forte che richiede però ulteriori passi di miglioramento – spiega l’amministratore unico del Gal Garda e Colli Mantovani Mauro Belloli, alla vigilia della pubblicazione di due nuovi bandi – e le risorse che mettiamo a disposizione si prefiggono proprio di offrire chance di miglioramento in due ambiti strategici: l’accesso alle informazioni storico culturali e naturali e la mobilità ciclistica”.

I nuovi canali di finanziamento si aprono con due bandi rivolti agli enti pubblici, alle aree protette, alle associazioni o fondazioni private purché senza scopo di lucro. Le risorse ammontano a quasi due milioni di euro di fondi comunitari per il turismo rurale con i quali finanziare al 90% le spese di realizzazione di infrastrutture informative o di sviluppo dei percorsi: nel sito web del Gal si possono trovare i bandi integrali, corredati dalla documentazione da compilare, produrre e presentare entro la scadenza del 9 luglio.

Entrambi i bandi prevedono la candidatura di progetti di importo massimo di 100mila euro, regola imposta dai regolamenti comunitari della Misura 7 per l’incentivazione della piccola ricettività rurale.

Il primo bando, con una dotazione finanziaria di 1.025mila euro, sostiene investimenti per realizzazione di luoghi destinati a diffondere le informazioni di valore che compongono l’insieme e l’identità del territorio. L’investimento richiesto è di dare “una casa” e una forma a queste informazioni, un luogo fruibile dal pubblico in transito ma anche dai residenti: per accedere alle risorse occorre avere la disponibilità di un piccolo edificio o anche di una sola stanza. I fondi vengono concessi per la ristrutturazione/adattamento di questi locali alla funzione di accesso alle informazioni territoriali a supporto del turismo rurale ma anche per completare l’intervento con attrezzature, informatiche o video. Il bando vuole insomma favorire la nascita di piccoli punti informativi che divengano aperti ai visitatori e che forniscano informazioni sugli eventi, prodotti, percorsi rurali del territorio.

Il secondo bando finanzia interventi a finalità pubblica volti a promuovere la mobilità lenta: tabellazione escursionistica, piazzole di sosta o infrastrutture ricreative, riqualificazione naturalistica e infrastrutturale per la fruizione ciclopedonale della rete di canali di bonifica e irrigazione, connessioni tra piste esistenti ma anche innovazioni tecnologiche, acquisto attrezzature e sviluppo sistemi di comunicazione per la gestione dell’accoglienza. La dotazione finanziaria del bando è di 925mila euro.

Con quasi due milioni di euro da ripartire per finanziare circa venti progetti, il turismo rurale dei territori a sud del Lago di Garda e delle Colline moreniche potrà ricevere un ulteriore impulso.

Nuova linfa quindi in arrivo dal Gal che ha sede a Cavriana, per far crescere il turismo nelle aree rurali che fanno da corollario a un paesaggio intriso di bellezze ambientali e beni culturali, nel quale scorrono arterie di collegamento collaudate – come la ciclabile Peschiera Mantova – e altri percorsi, come l’anello della bassa bresciana o la Desenzano-Monzambano e che è culla di produzioni enogastronomiche De.Co.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.