OSTIGLIA – I MANTOVANI NEI CAMPI DI PRIGIONIA: L’AUTORE CARLO BENFATTI ALLA BIBLIOTECA COMUNALE

MANTOVANI NEI CAMPI DI PRIGIONIA

In questi giorni, propedeutici alle celebrazioni del 25 aprile, ricordiamo il sacrificio di chi si privò della libertà – e talvolta della vita – affinché ne potessero godere le nuove generazioni.

Per ricordare il prossimo anniversario della Liberazione, la Biblioteca Comunale di Ostiglia (piazza Cornelio Nepote) mercoledì 17 aprile alle 18.00, ospita Carlo Benfatti, autore di Mantovani nei campi di prigionia della Seconda guerra mondiale (Editoriale Sometti).
Coordina Maria Rita Bruschi. Introduce Giovanni Perrino.

Secondo le stime più recenti circa 1.300.000 militari del Regio Esercito Italiano furono catturati sui vari fronti e inviati dopo dolorose vicissitudini nei luoghi di raccolta di mezzo mondo; molti soldati mantovani non sfuggirono a questa sorte finendo nei campi di concentramento della Germania e delle Nazioni Unite.Storici e ricercatori mantovani in questi anni hanno contattato i reduci della guerra 1940-1945 per interrogarli sulla loro vita da coscritti nei reggimenti delle tre armi e sull’eventuale prigionia subìta; nel presente lavoro ci si è soffermati piuttosto sui mesi, spesso anni, della loro detenzione nei lager del Terzo Reich o in quelli delle potenze alleate e dell’Urss.

Ci si è sempre trovati di fronte a una prigionia terribile in fatto di umiliazioni morali, privazioni fisiche e altrettante punizioni corporali, tutte aggravate dalla lontananza dagli affetti familiari. Tuttavia nelle interviste emergono anche elementi come la solidarietà di gruppo, la forza di resistere per rivedere la patria e la famiglia, il rifiuto di schierarsi da una parte o dall’altra per continuare la guerra. In taluni ricordi è apparsa chiara la riflessione collettiva sul progetto di una nuova Italia, politicamente libera, in pace con gli altri popoli. 

L’evento è in collaborazione con il Comune di Ostiglia, ANPI sez. Ugo Roncada, Istituto Mantovano di Storia Contemporanea.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.