CERLONGO – “LE ORME DEI MIEI SOGNI”. LE OPERE DI GRAZIA BADARI IN MOSTRA A VILLA MAGNAGUTI

Grazia Badari appartiene alla non folta schiera di pittori che traggono, con profitto molta parte della propria ispirazione dalla poesia, finendo anch’essi, non raramente, per diventare poeti: gli uni per esprimersi utilizzano la parola, gli altri si giovano del colore. Si va a costituire così un genere pittorico che più opportunamente si potrebbe definire “pittura poetica”. Così definisce l’artista il critico d’arte Gilberto Cavicchioli.

Dal 5 al 19 maggio 2019 nel castello di Cerlongo, anche noto come villa Magnaguti, un’antica roccaforte situata a Cerlongo di Goito, viene ospitata la mostra “LE ORME DEI MIEI SOGNI” dell’artista contemporanea Grazia Badari. Inaugurazione domenica 5 maggio ore 10.45 a cura di Enzo Cortesi. 

BADARI - CATALOGO.jpgLa Badari non sfugge a questa chiamata: la sua pittura diviene infatti più godibile se osservandola si rifugge dalle fredde e rigorose norme razionali e ci si lascia, invece,  trasportare dalle ineffabili fluttuazioni del sentimento, del con-senso. – Spiega Cavicchioli – Si riesce così  a condividere con lei le recondite motivazioni di un colore, di una campitura, di un segno, di una matericità. Quello che ad una osservazione superficiale si presenta come un distaccato elemento oggettivo diviene, con tale sentire, un rapporto interpersonale tra autore e fruitore. L’opera si palesa allora,quasi magicamente, nella sua vera essenza e lascia scoprire ciò che in un primo momento appare esclusivamente come un insieme di segni o di pigmenti anonimi. Non raramente infatti la Badari, illustrando le sue opere, indica un volto, una fattezza, una figura che senza la sua guida non si manifesterebbero nella captazione dell’osservatore. Mai , come nella sua pittura, si evidenzia conseguentemente lo stretto collegamento , quasi dipendenza, tra operatore (il pittore) e fruitore che finisce, in tal caso, per divenire  quasi un goditore”.

GRAZIA BADARI 1.jpgGrazia Badari, nasce a Luzzara, ma vive e lavora da molti anni a Sailetto di Motteggiana (Mn). Il suo  percorso artistico ha avuto inizio dalla primissima età ed è diventato più completo  nel momento in cui ha cominciato a prendere lezioni di  pittura presso Atelier di Artisti. Successivamente  ha studiato presso l’Accademia Cignaroli a Verona. In seguito ha approfondito  Scultura, Incisione e Stampa sotto la guida del Maestro Carlo Bertolini, a Mantova.

Ha partecipato a numerose Collettive e Personali in luoghi prestigiosi come ad esempio: Palazzo Ducale di Sabbioneta, Palazzo Bentivoglio a Giualtieri, Museo di Arte Contemporanea a Borgovirgilio, Palazzo Ducale a Guastalla, Centro culturale di Pegognaga, Palazzo dei Principi a Correggio, Salone Arazzi, Castello Matildico di Sarzano, Museo Cala Ghironda a Zola Predosa, Villa Mirra a Cavriana, Villa De Moll a Reggiolo.

GRAZIA BADARI 2.jpg

Ha ricevuto prestigiosi premi a livello nazionale non solo di pittura, ma anche per la fotografia e per la poesia.

La mostra è organizzata dal Circolo Ricreativo Culturale Castello, Anspi Comitato zonale di mantova e con il patrocinio della Città di Goito.

PALAZZO MAGNAGUTI – piazzale san Pio X, 9 Cerlongo di Goito

INGRESSO LIBERO

ORARI DI APERTURA: Venerdì 20.30 – 22.30 — Sabato 16.00 – 18.00 • 20.30 – 22.30
Domenica e festivi 16.30 – 20.00

INFORMAZIONI: circoloculturale.castello@gmail.com

GB (Le immagini qui riprodotte sono state fornite ad esclusivo utilizzo dell’articolo)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.