REGGIOLO – Ricostruzione post-sisma: avviato il recupero del TEATRO RINALDI. Domenica 19 maggio visita al cantiere

Il Teatro Rinaldi riapre le sue porte per una visita al cantiere dopo l’avvio dei lavori di recupero. L’appuntamento è fissato per domenica 19 maggio dalle ore 10.00 alle ore 12.00. Gli interventi del primo stralcio funzionale per il recupero del teatro di Reggiolo hanno un valore di 963mila euro.

Grazie ai fondi sarà rafforzata la struttura e sistemati il ridotto al primo piano, il foyer al piano terra e i servizi nell’interrato. Si fornirà anche l’edificio dell’ascensore e si metteranno in sicurezza i palchi originali in legno. Grazie a un’importante donazione della Società Autobrennero Spa, tramite la legge Art Bonus, sarà sistemata la  facciata, il portico e la scalinata d’accesso.

Nel frattempo una squadra di restauratori si sta occupando del recupero del sipario rappresentante “Il trionfo di Pallade” attribuito a Gianbattista Borghesi, allievo di Biagio Martini e autore del sipario del Teatro Regio di Parma. L’opera verrà collocata nel ridotto del teatro non appena sarà reso agibile.

La futura Amministrazione – spiega l’assessore alla Cultura e Ricostruzione Franco Albinelli – dovrà impegnarsi a promuovere il secondo stralcio da 1 milione e 400mila euro che servirà al restauro dei palchi lignei e al recupero del palcoscenico con i sottostanti servizi e camerini, oltre agli impianti tecnici funzionali. Siamo fiduciosi che, nell’arco di qualche anno, la comunità di Reggiolo potrà usufruire pienamente di questo storico e importante edificio, parte dei beni culturali da preservare”.

L’antico teatro di Reggiolo, originario del XVII secolo, è dedicato al Maestro Giovanni Rinaldi (nonno del compositore Nino Rota). Un dipinto seicentesco del Viarana, raffigurante la piazza, conferma l’esistenza dell’edificio nella posizione attuale. Nel 1832 viene ristrutturato dall ingegner Sottili, tecnico di fiducia di Maria Luigia D’Austria. Dal 1940 è rimasto inutilizzato. Nel 1960 era stato proposto l’abbattimento per fare posto ad un moderno cinema, ma l’intervento non fu accolto. Nel 1973 un incendio distrusse le scene, mentre il terremoto del 2012 ne ha lesionato l’assetto.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.