MALTEMPO: A CERESARA È STRAGE DI CILIEGIE. COLPITI ANCHE MAIS E POMODORI. Le idrovore del Consorzio Terre dei Gonzaga pompano 18mila litri al secondo

MALTEMPO CERESARA DEVASTATA LA COLTIVAZIONE DI CILIEGIEIl maltempo di questo pazzo maggio ha colpito alcune aziende agricole di Ceresara, accanendosi sul prodotto principe del territorio: la ciliegia. È ancora presto per tracciare un bilancio esaustivo dei danni della grandinata di ieri, dichiara Coldiretti Mantova, ma qualche agricoltore sta pensando di avanzare la richiesta di calamità naturale, a conferma dell’entità del disastro dove i chicchi si sono abbattuti con violenza.

Guido Ghizzi, agricoltore di Ceresara, parla di “un intero campo di mais di circa 3,5 ettari completamente defogliato, mentre sul 10% delle piante è rimasto azzerato anche lo stelo centrale”. Difficile il computo dei danni, che si vedranno “nel corso della stagione”.

MALTEMPO GRANDINE NEI CAMPI

Nel comune di Ceresara risultano molto a rischio una decina di ettari di ciliegie. Francesco Guarneri parla di “danni importanti su circa 5.000 piante di ciliegie, ma anche su pomodoro, mais e una parte di frumento, per un totale di 15 ettari colpiti. Siamo comunque assicurati su tutti i raccolti, anche se il dispiacere rimane”.

La grandine che si è accanita martedì sera (21 maggio) fra le 18.00 e le 18.30 è comunque solamente l’ultimo colpo di una primavera di eccessi meteorologici. Le piogge che hanno accompagnato l’ultimo mese hanno gonfiato infatti le ciliegie, che si sono gonfiate e hanno riportato danni da “esplosione”, come conferma anche Gianfranco Burato, agricoltore di Ceresara.

MALTEMPO ALTO MANTOVANO

Consorzi di bonifica chiamati agli straordinari, con uomini sul territorio nella notte e pompe idrovore a pieno regime. Ada Giorgi, presidente del Consorzio di bonifica Terre dei Gonzaga parla di una “attività frenetica, con l’impianto di Moglia di Sermide che ieri sera si è trovato a pompare 18.000 litri di acqua al secondo”.

(ph Confagr. Mn)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.