MANTOVA – PRESENTATO IN COMUNE INTERNO VERDE. PALAZZI: facciamo appello ai cittadini e ai privati di partecipare per aprire le porte dei loro giardini alla città

INTERNO VERDE – Sabato 14 e domenica 15 settembre a Mantova: due giorni dedicati ai curiosi, a quelli che davanti a un portone chiuso iniziano a sognare i giardini che non possono vedere. A settembre per la prima volta i meravigliosi giardini segreti di Mantova apriranno eccezionalmente al pubblico, grazie al festival Interno Verde: un weekend per esplorare l’anima più rigogliosa del centro storico, un fitto arcipelago vegetale ricco di suggestioni e ricordi, attraverso i quali è possibile leggere la storia, i cambiamenti e i vissuti della città.

Festival Interno Verde4.jpgLa nuova manifestazione cittadina è stata presentata, venerdì 7 giugno, nella sala Consiliare del Comune di Mantova dal sindaco Mattia Palazzi, dal presidente dell’associazione Ilturco Riccardo Gemmo, dal direttore della Fondazione Palazzo Te Stefano Baia Curioni, dal presidente dell’associazione Amici di Palazzo Te Italo Scaietta e da Stefania Accordi della cooperativa Alkemica.

Ogni giardino sarà accompagnato da informazioni di carattere botanico, storico e architettonico: l’obiettivo infatti è promuovere una nuova comprensione del capoluogo e delle sue ricchezze, offrire sia ai mantovani che ai turisti l’opportunità di scoprire ciò che si nasconde dietro i muri di cinta e le facciate dei palazzi, sollecitare una più completa comprensione del passato e maggiore consapevolezza del patrimonio presente.

Festival Interno Verde1Una bella iniziativa – ha detto il sindaco Palazzi – ed è per questo che facciamo un appello ai cittadini e ai privati di partecipare per aprire le porte dei loro giardini alla città. Mantova ha uno straordinario patrimonio privato, oltre a quello pubblico, e grazie a questa manifestazione, quindi, possiamo conoscere da vicino luoghi e spazi solitamente chiusi ai ‘visitatori’. Speriamo che diventi un appuntamento annuale e che, nel tempo, possa coinvolgere sempre più persone”.

Grazie alla proficua collaborazione avviata con le istituzioni, le associazioni e le aziende locali Interno Verde ha già iniziato a definire la mappa dei luoghi visitabili, e si presenta con buon anticipo alla comunità per invitare i mantovani, tutte le persone e le realtà interessate all’iniziativa a partecipare, aprendo il proprio giardino oppure contribuendo attivamente a definire e realizzare il fitto programma di iniziative dedicate alla natura che accompagnerà l’evento.

Per chi vuole partecipare attivamente ed aprire il proprio giardino, cortile o spazio verde, di ogni ordine di grandezza e bellezza, può contattare gli organizzatori del festival: via mail www.internoverde.itinternoverde@ilturco.it o mob. 347 6950867.

L’adesione può essere fatta entro metà agosto, in modo tale da inserire i “partecipanti” nel libro e nella mappa che verranno stampati appositamente per la manifestazione. Interno Verde si occuperà poi di custodire lo spazio e fare in modo che l’esperienza sia piacevole e divertente per tutti.

Chi vorrà “entrare” nei giardini pubblici e privati mantovani durante la due giorni dovrà pagare una sorta di “biglietto”, ancora da decifrare il prezzo, che gli consentirà di avere un bracciale per le visite, una mappa con i luoghi segnati ed un libro illustrativo degli spazi aderenti all’iniziativa.

Festival Interno Verde5.jpgIntanto, sabato 14 settembre è già confermata una straordinaria serata nel Giardino dell’Esedra, a Palazzo Te, dove il collettivo Superbudda allestirà “Retroazione A/V performance, progetto audiovisivo innovativo e coinvolgente, che comprenderà le immagini riprese nei giardini durante il festival. L’evento, coprodotto dalla Fondazione Palazzo Te e da Tecnagon Produzioni, sarà curato da Paola D’Orsogna.

La manifestazione, inoltre, dedicherà un momento speciale alle affascinanti collezioni botaniche dell’Erbario Barbieri, attualmente al centro di un importante progetto di catalogazione, sostenuto dal Garden Club grazie alla professionalità della cooperativa Alkemica. L’Erbario Barbieri verrà esposto in una mostra, sempre il 14 e 15 settembre, presso i nuovi spazi della cooperativa Alkemica in via Norsa 4.

Interno Verde è ideato e curato da Ilturco, associazione nata a Ferrara nel 2016, attiva nell’ambito della promozione culturale. Patrocinato e sostenuto dal Comune di Mantova, il festival si svolgerà grazie al prezioso supporto delle fondazioni Palazzo Te e Pescherie di Giulio Romano, delle associazioni Amici di Palazzo Te, Garden Club Mantova, Gli Scarponauti e cooperativa Alkemica.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.