MANTOVA – ARTELIER DES ARTS OSPITA LA COLLETTIVA “LO SPLENDORE DELLA NATURA”

SABATO 15 GIUGNO alle 18.00, all’Atelier des Arts di Mantova (via della Mainolda 9), inaugurazione di una nuova collettiva d’arte contemporanea “Lo SPLENDORE della NATURA” con otto artisti: Brunella Crivellato appassionata acquerellista che vive e lavora a Brugherio di Monza Brianza; Doriana Zapparoli creativa vivace e sensibile che dipinge ad olio, vive e lavora a Pegognaga di Mantova; Fausta Dalvecchio dipinge ad olio ed è in Atelier per la prima volta, vive e lavora a Novi di Modena;

dipuntiGiancarlo Businelli appassionato di Mantova che dipinge ad olio in tutte le sue forme, vive e lavora a Mantova; Gianfranco Azzoni Cerutti dipinge ad olio vari soggetti con colori forti e inusuali, per la prima volta in Atelier, vive e lavora a Mantova; Maria Cavicchini esperta pittrice di grandi alberi, paesaggi, ritratti e altro, nata in Francia vive e lavora a Mantova; Marisa Macaluso pittrice eclettica e spiritosa, nata a Verona vive e lavora a Mantova; Teresa Bacchi fine acquerellista ama la natura e la dipinge, vive e lavora a Mantova.

Esposizione visitabile sino al 6 Luglio dal martedì al sabato, 16.30 – 19.30

CA' di TOCC.jpg

SABATO 29 GIUGNO ore 18.00, presentazione del libro “CA’ di TOCC” – Storia di povera gente, di Riccardo Giovanni Lonardi, edito da Sometti.

Il romanzo narra il difficile percorso di vita di una giovane operaia: “Una vicenda che inizia negli anni Trenta del Novecento, in un paese della Bassa Padana. Cà di töcc, la casa dei matti. Povera gente. In quella grande casa vive anche Cristiana, giovane operaia e figlia che deve lavorare duro per mantenere una famiglia numerosa e difficile, con i “figli del popolo” di una madre costretta a prostituirsi e un fratello preda di alcolismo e disagio psichico. Riccardo Lonardi racconta con delicata abilità narrativa una dolorosa saga familiare. A cavallo della guerra, le poche gioie e le tante delusioni di Cristiana si trasformano in un romanzo avvincente dalle tinte neorealiste, che richiama la solida tradizione dei narratori padani novecenteschi, da Bongiovanni a Zavattini”.

Con l’autore, dialogherà Fausto Bertolini, regista, scrittore, pittore.

GB

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.