MANTOVA – COMPLESSO MUSEALE PALAZZO DUCALE: MATTHIAS HERRMANN, AEMULATIO E EMULSIONE

Una nuova mostra del Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova si è inaugurata il 7 giugno scorso. Si tratta di un lavoro fotografico dell’artista Matthias Herrmann, nato a Monaco di Baviera nel 1963, intitolata “Aemulatio e emulsione”; l’esposizione è
allestita lungo il percorso di Corte Vecchia e sarà visitabile fino al 6 ottobre 2019.

“Matthias Herrmann. Aemulatio e emulsione” a cura di Peter Assmann, prevede otto “isole” in cui le opere dell’artista instaurano un dialogo con gli ambienti e le opere della reggia gonzaghesca.

Vignetta_Guglielmo 24x30_low.jpg

Il lavoro visivo dell’artista tedesco parla di narrazioni, delle storie dietro, dentro e intorno a un’immagine. Egli affronta in maniera personale il tema dell’immaginazione, quella capacità della cultura umana di produrre immagini che restano e si aprono verso un futuro, nella discussione sulle esperienze comuni dell’uomo.

La mostra nasce da un lungo e approfondito lavoro di ricerca compiuto sul Palazzo Ducale di Mantova e sulla storia della famiglia Gonzaga. La sensibilità artistica di Herrmann acquisisce, cattura, medita e ripropone frammenti individuati nel percorso di visita del Palazzo.

corpo felice_low.jpg

Nuove enfasi e nuovi focus vengono così proposti attraverso le opere fotografiche; visioni e studi che si affiancano alla storicizzata ricerca espressiva dell’artista, volta a considerare la figura umana come protagonista di una narrazione. La dimensione del
racconto tocca sia la realtà museale sia l’ambiente urbano, in continuo rimando tra inside e outside del luogo e dell’artista stesso. Le opere fotografiche di Herrmann attirano l’attenzione dello spettatore su dettagli che suggeriscono nuove interpretazioni del soggetto artistico di partenza, conferendo così un valore aggiunto che stimola l’interesse e arricchisce la facoltà percettiva dell’osservatore.

Il mio percorso artistico non è sempre stato lineare; – racconta Matthias Herrmann – dopo due anni (1986–1988) come ballerino al balletto della Staatsoper a Vienna, ho studiato arte concettuale all’Università d’Arte Decorativa, sempre a Vienna, per poi lavorare come fotografo per musei e gallerie, facendo la documentazione delle loro mostre. Nel 1999 fui eletto Presidente della Secession a Vienna, il famoso museo, o Kunsthalle, fondato da un gruppo d’artisti intorno a Gustav Klimt (primo presidente), nel 1897; dopo sette anni diventai professore di fotografia alla Akademie der bildenden Künste Wien e lì fui anche il Decane (Preside di facoltà) per le arti plastiche. Dopo 5 anni mi chiesi: come voglio trascorrere il resto della mia vita artistica? Voglio spendere il mio tempo insegnando e organizzando le cose per altri, oppure, senza il successo assicurato e le carezze dei
colleghi, concentrarmi sulle mie idee? (…) Nel 2011, decisi di lasciare il mondo istituzionale e di essere “solamente artista” (e in seguito anche contadino, in quanto ereditai un’azienda agricola in Toscana).” Dal catalogo tascabile della mostra Mantova, giugno 2019

KEINFENSTER Kopie_low.jpg8 giugno 2019 – 6 ottobre 2019 Matthias Herrmann “Aemulatio e Emulsione”
Mantova, Complesso Museale Palazzo Ducale, Percorso di Corte Vecchia
In collaborazione con Kunst im Traklhaus, Salisburgo e Galerie Steinek, Vienna

Orari di apertura: dal martedì alla domenica, 13.45 – 19.15
Biglietti: ingresso con biglietto intero del Museo di Palazzo Ducale (intero, € 13,00; ridotto, € 2,00) o di Corte Vecchia (intero, € 6,50 – ridotto, € 2,00)

2019_MH_mantova_download

 

(Le immagini qui riprodotte sono state fornite ad esclusivo utilizzo dell’articolo)

 

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.