SUSTINENTE – RAVE PARTY IN GOLENA DI SERRAVALLE A PO: IDENTIFICATE E DENUNCIATE 150 PERSONE

Conclusa dai Carabinieri del Comando Provinciale di Mantova la prima fase di accertamento e identificazione dei partecipanti al rave party che, la notte fra il 6 e 7 luglio, sta tenendo impegnato i militari dell’Arma, supportati dai colleghi di tutta la provincia e da pattuglie della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, per contenere i giovani provenienti dalle più disparate province italiane ed anche dall’estero, che si sono radunati nell’area golenale del Po in territorio di Serravalle a Po in provincia di Mantova.

carabinieri - rave party.jpg

I militari della Compagnia di Mantova, quindi, hanno gestito al meglio la manifestastazione che sembrerebbe essere stata organizzata non utilizzando canali web, ma tramite una fitta rete di contatti a livello europeo del noto pubblico di messaggistica “whatsapp”.

Nel gestire l’Ordine pubblico l’elemento cardine che ha caratterizzato l’operato di tutto il personale dell’Arma, esclusivamente presente sul posto, è stato quello di non creare turbative nei giovani e di conseguenza evitare incidenti. La condotta tenuta dai militari operanti è stata quella della cordialità e della fermezza.

L’opera certosina di identificazione nonché l’annotazione di gran parte dei numeri di targa delle numerosissime auto parcheggiate, consentirà ora ai Carabinieri di inviare una prima informjativa alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Mantova con la contestazione per inottemperanza agli ordini dati dall’autorità., invasione di terreno e di edifici e lo svolgimento non autorizzato di spettacolo.

Per questi sarà anche inoltrata alla Questura la richiesta di divieto di ritorno nella provincia di Mantova per tre anni.

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, Colonnello Fabio Federici, ha espresso il suo vivo apprezzamento per la delicata attività di Ordine Pubblico svolta, ma anche per il considerevole numero di partecipanti identificati.

ph CC

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.