GONZAGA – STAGIONE TEATRALE 2019/2020: Greg, Lella Costa, Orchestra di Piazza Vittorio, Compagnia Stivalaccio e l’Operetta-valzer

Graffiante come la comicità di Greg, istrionica come il talento di Lella Costa, travolgente come la musica dell’Orchestra di Vittorio, magica come i musical della compagnia Corrado Abbati e pirotecnica come le commedie di Shakespeare. È tutto questo e ancora di più la nuova stagione del Teatro di Gonzaga, che ospita oltre venti eventi, in cartellone e collaterali, portati in scena da grandi nomi dello spettacolo e dai nuovi protagonisti di correnti artistiche local.

conferenza stampa stagione teatrale gonzaga 2019-2020.jpgRealizzata dal Comune di Gonzaga e con la direzione artistica di Mauro Diazzi di MD Spettacoli, la stagione entra nel vivo venerdì 15 novembre con l’anteprima nazionale di “Pipistrello”, l’operetta-valzer di Johann Strauss più famosa al mondo e che incarna l’essenza stessa dell’operetta viennese, per la prima volta presentata in Italia dalla Compagnia Corrado Abbati, in una nuova e smagliante produzione che coniuga il fasto dell’allestimento al talento degli interpreti.

Venerdì 6 dicembre Claudio Greg Gregori porta in scena “AgGREGazioni”, monologo tratto dall’omonimo libro e trasformato in piéce teatrale. Con scanzonato stile noir anni ‘40, Aggregazioni narra la parabola esistenziale di un ragazzetto della periferia romana che un bel giorno si trova a confrontarsi con un problema decisamente “imprevisto” e “spiazzante”. ll tutto accompagnato da coinvolgenti atmosfere musicali che scandiscono ogni passaggio con avvolgente fascino retrò. In scena con Greg ci sarà il Maestro Attilio Di Giovanni.

teatro gonzaga 2019-2020

Una prova aperta di Romeo e Giulietta, alla maniera dei comici del Sogno di una notte di mezza estate, dove la celeberrima storia di Shakespeare prende forma e si deforma nel mescolarsi di trame di dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime: è tutto questo “Romeo e Giulietta, l’amore è saltimbanco”, spettacolo dal ritmo travolgente che la compagnia Stivalaccio Teatro, con Giulio Pasquati, Girolamo Salimbeni e la procace Veronica Franco, poetessa e “honorata cortigiana”, porterà in scena sabato 25 gennaio.

Ispirata a Il catalogo delle donne valorose di Serena Dandini, Lella Costa interpreta “Se non posso ballare”, piéce dedicata a una moltitudine di donne intraprendenti, controcorrente, spesso perseguitate, che hanno lottato per raggiungere traguardi che sembravano inarrivabili, e che la Storia spesso non ricorda. Come Mary Anderson che ha inventato il tergicristallo, Lillian Gilbreth la pattumiera a pedale, Maria Telkes e Eleanor Raymond i pannelli solari. Entrano in scena scambiandosi idee geniali: ci sono Marie Curie, nobel per la fisica, Ingrid Bètancourt, Hannah Arendt, Annie Besant, Grazia Deledda, Yolanda D’Aragona, Anna Frank, Eloisa, Artemisia Gentileschi e molte altre donne valorose. Lo spettacolo è in cartellone domenica 23 febbraio 2020.

La rassegna del Comunale di Gonzaga termina lunedì 9 marzo 2020 con “OPV all’opera”, concerto dell’Orchestra di Piazza Vittorio che proporrà le arie tratte dalle opere che negli ultimi dieci anni ha reinterpretato e fatte proprie, da Il Flauto Magico e il Don Giovanni di Mozart, a la Carmen di Bizet, insieme ad autori “nuovi” per l’ensemble, come Giuseppe Verdi e Kurt Weill. Dodici musicisti e cantanti in scena, attraverso gli strumenti e le lingue che nel tempo hanno caratterizzato il suono dell’Orchestra, metteranno a nudo le composizioni liriche, esaltando le zone delle partiture di maggiore ispirazione popolare. La direzione artistica e musicale è di Mario Tronco.

Tutti gli spettacoli della stagione avranno inizio alle ore 21. Biglietti: platea € 22,00, platea ridotto € 18,00, galleria € 18,00, galleria ridotto  € 12,00 (singoli spettacoli in vendita da lunedì 28 ottobre). La campagna abbonamenti ha inizio sabato 12 ottobre e termina sabato 26 ottobre: platea € 88,00, platea ridotto € 72,00, galleria € 72,00, galleria ridotto € 50,00. Sono previste riduzioni per gli over 65 e gli under 30 e per persone con disabilità  (accompagnatore gratuito), mentre sarà applicato uno sconto del 10% ai possessori Carta  Circuito Teatro Insieme – Mantova Carta Musei. Gli abbonamenti e i biglietti potranno essere pagati in contanti, bancomat o carta di credito, presso: Ufficio Teatro, ex Convento di Santa Maria, via Fiera Millenaria, 64.

Tra le novità di quest’anno, il servizio di bus navetta gratuito realizzato dal Comune di Pegognaga per i cittadini e le cittadine pegognaghesi che si abboneranno o acquisteranno biglietti per gli spettacoli della stagione del Comunale di Gonzaga.

Per info e aggiornamenti tel. 329/3573440 e tel. 0376/529434 (la sera della rappresentazione), teatro.gonzaga@comune.gonzaga.mn.it, www.comune.gonzaga.mn.it.

 

INCANTASTORIE, A TEATRO CON MAMMA E PAPÀ

L’immaginario dell’infanzia, con le sue strabilianti meraviglie, i suoi nascenti dubbi e i suoi potenti sogni, trova la migliore espressione nella rassegna “Incantastorie, a teatro con mamma e papà”, realizzata dal Comune di Gonzaga con la direzione artistica di Teatro Dell’Orsa.

L’inizio è prestigioso, tanto quanto il tema ispiratore. Domenica 20 ottobre la rassegna ospita infatti l’Anteprima di SEGNI NEW GENERATION con lo spettacolo “Patchwork. Un mosaico di storie” di Cristina Cazzola e Carol Cassistat, con Sara Zoia e Daniele Tessaro, le scene e luci di Lucio Diana e le musiche Nicolas Jobin (Théâtre du Gros Mécano/Segni d’infanzia/Accademia Perduta Romagna Teatri). Due personaggi, un antropologo e una sarta, non parlano la stessa lingua ma comunicano con sguardi, gesti parole e oggetti. Un percorso a ritroso fra i rami degli alberi genealogici e le migrazioni che hanno costruito la storia dell’umanità.

Domenica 5 gennaio 2020 la compagnia Il Baule volante porta in scena “Nico cerca un amico”, con Liliana Letterese e Andrea Lugli, le musiche originali Stefano Sardi e gli elementi scenografici Lorenzo Cutuli. Nico è un topolino felice: ha una bella casa, gli piace giocare con i suoi amici topi, mangiare, dormire, passeggiare. Un giorno si mette alla ricerca di un amico speciale, un amico diverso da lui e incontra tanti animali, tutti diversi, alcuni anche pericolosi. A tutti offre la sua amicizia, ma è così difficile trovare un amico diverso. Tratto da un racconto di Matthias Hoppe.

Spettacolo del Teatro Telaio con Michele Beltrami e Paola Cannizzaro, la regia Angelo Facchetti e la scenografia di Rossella Zucchi, “Abbracci” è la tenerissima storia di due Panda che si incontrano, si guardano e si piacciono. Ma come si fa a esprimere il proprio affetto? È necessario andare a scuola, una scuola d’abbracci. In scena domenica 26 gennaio 2020.

La rassegna termina domenica 16 febbraio 2020 con lo spettacolo del Teatro dell’Orsa “Gulliver”, interpretato da Bernardino Bonzani e Franco Tanzi, con la regia Monica Morini. In un viaggio avvincente e pieno di sorprese tra esseri bizzarri e minuscole creature. Gulliver, salpato a bordo dell’Antilope, viene spinto da un uragano nella spiaggia dei lillipuziani, gli uomini più piccoli e più dispettosi del mondo. In scena, mirabolanti avventure, guerre scongiurate, incontri inaspettati con l’altro diverso da noi.

Tutti gli spettacoli della rassegna Incantastorie avranno inizio alle ore 16:30: biglietto singolo € 5,00, info tel. 335 5413580 o 338 4280999.

 

LA “STAGIONE OFF” DI CAFFÈ TEATRO

Cabaret, varietà, musica, sperimentazione, reading, quiz e cucina “magica”: è ricca e varia come le arti da palcoscenico la “Stagione Off” di Caffè Teatro, rassegna di eventi che fa da contrappunto alla stagione teatrale del Comunale.

L’inizio è per sabato 12 ottobre con “Classic Save the Queen, Syncopated Orchestra”, un viaggio nella musica immortale dei Queen con arrangiamenti originali per orchestra. A seguire: domenica 27 ottobre, “D’amore di morte e di bellezza”, spettacolo Poetico MusicalTeatrale, con canzoni eseguite e arrangiate da Sandro Pezzi, Enrico Fava, Massimo Zoppi, Fiorenzo Fuscaldi, voce narrante Vanessa Paolini e Sara Gozzi, e testi originali del poeta Stefano Reggiani (ore 18.30); mercoledì 16 e 23 ottobre e 6 e 13 novembre, “I Filos filos-ofici (Felicità e Fragilità)” con Valentina Dicembrini (ore 20.30); mercoledì 30 ottobre, “Sortilegi di Ognissanti”, corso di cucina magica e incantesimi di base: lezione, degustazione e show (ore 20.30); sabato 16 novembre, “La Notte Enigmistica”, cena spettacolo con quiz, cruciverba, domande impossibili, show (ore 20.30); mercoledì 27 novembre, presentazione del libro “Hanno invaso la Svizzera” di Massimo Bernardi, con il duo acustico Belle Epoque  (ore 19); sabato 14 dicembre, alle ore 21, concerto di Paolo Fresu alla tromba e Omar Sosa al pianoforte per il Festival Nessuno Escluso; sabato 21 dicembre, Fabrizio Bosso in concerto per il Festival Nessuno Escluso (ore 21.00); sabato 18 gennaio 2020, “Leonarda, il canto della saponificatrice”, un musical noir di Simone Oliva e Cristian Cattini (ore 21.00); mercoledì 22 gennaio, “Scongiuri di Sant’Antonio… pan pan bisulan…”, corso di cucina magica, con degustazione e show (ore 20.30); mercoledì 25 febbraio, “Pozioni di martedì grasso”, corso di cucina magica con lezione, degustazione e show (ore 20.30). Info e prenotazioni: 349/1569521, www.caffeteatrogonzaga.it

 

NESSUNO ESCLUSO

Il Teatro di Gonzaga torna a ospitare gli eventi di Nessuno Escluso, festival d’arte, cultura e solidarietà collettiva realizzato dall’associazione Borderland e Caffè Teatro in collaborazione con il Comune di Gonzaga. Sabato 14 dicembre, alle ore 21, si esibiranno in concerto al Comunale due stelle assolute del jazz contemporaneo: Paolo Fresu alla tromba e Omar Sosa al pianoforte;  sabato 21 dicembre, sarà la volta di un altro virtuoso della tromba, Fabrizio Bosso (ore 21.00).

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.