MANTOVA – LA CAVALCATA DI SEGNI NEW GENERATIONS FESTIVAL NELL’ANNO DI GIULIO ROMANO

Prende il via domani, sabato 26 ottobre, la XIV edizione di SEGNI New Generations Festival, appuntamento diventato ormai imperdibile per le famiglie della città e per quelle che da tutta Italia raggiungono Mantova nei due weekend che si collocano nella 9 giorni di eventi dedicati al teatro, all’arte e allo spettacolo per tutte le età.

CAVALCATA 3Fino al 3 novembre infatti diversi luoghi, dal centro alla periferia, accolgono più di 200 eventi tra spettacoli teatrali, performance, laboratori, spazi di confronto e dibattito, che offrono a piccoli e grandi spettatori un tempo di qualità tutto da condividere.

I primi “segni” del Festival hanno iniziato da qualche giorno a colorare le vie e le piazze: le vetrine dei negozi del centro storico si sono popolate di cavalli – animale simbolo di SEGNI 2019 – di cartone decorati dai bambini negli appuntamenti di preparazione, mentre le locandine degli spettacoli ricordano gli appuntamenti a teatro.

10_Essere Fantastico.jpeg

Non resta che avventurarsi al galoppo nella ricca programmazione a partire dagli eventi dove trovare ancora posto: lo Spazio Gradaro diventa l’atelier nel quale s’incontrano i tre personaggi di Essere Fantastico (ore 11:00 e 18:00), tre artisti che parlano lingue diverse come diversa è la loro arte. Pittura, musica e poesia sono le protagoniste, si mescolano, creano invenzioni e situazioni bizzarre e divertenti.

La nuova coproduzione di Teatro all’Improvviso con i francesi Sémaphore (per bambini dai 3 ai 10 anni) ci insegna come la creazione artistica è in grado di generare unione e di far venir fuori la parte speciale di ognuno di noi.

Il palco del Teatro Ariston invece ospita la scenografia che cambia al ritmo delle stagioni dello spettacolo canadese Terrier (ore 15:00 e 17:30). Consigliatissimo per le famiglie con bambini a partire dai 3 anni che possono perdersi nella natura e nella tana delle due creature protagoniste che come la cicala e la formica, fanno provviste per l’inverno, costruiscono il loro mondo tra gesti di amicizia e piccole discordie.

L’invito è di iniziare il pomeriggio con la replica delle 15:00 di Terrier per poi correre all’inaugurazione delle 16.15, con partenza da Piazza Broletto. Nell’anno del cavallo il Festival non poteva che aprire con una teatrale e divertente cavalcata per le vie del centro: i destrieri però sono di cartone, quelli creati per l’occasione da Smurfit Kappa, e i cavalieri sono bambini e famiglie che hanno usato la fantasia per decorarli e bardarli proprio come si faceva al tempo dei Gonzaga prima di uscire in parata.

Per preparare il proprio cavallo a partire dal mattino (dalle 11:00 alle 13:00 e alle 14:00 alle 16:00) c’è il laboratorio in Piazza Mantegna oppure i più creativi possono crearne uno direttamente a casa usando materiali e tecniche svariate e presentarsi direttamente alle 16.15 per la partenza sotto Palazzo dei Bambini (Piazza Broletto).

La cavalcata si conclude in Loggia del Grano con i budini della S. Martino e la musica dell’orchestra giovanile del maestro Massimo Piccoli della Nuova Scuola di Musica. La Nuova Scuola di Musica è anche la protagonista del laboratorio gratuito Suonolandia (ore 15:00), dove i piccolissimi dai 3 ai 6 anni usando il corpo, strumenti musicali, tazze e brani corali sperimenta la composizione musicale in modo coinvolgente e giocoso.

L’evento è andato quasi a ruba, pochissimi posti rimasti. Tutto esaurito invece per Il nido di chi sei? che vedrà i piccolissimi di 18 mesi esplorare oggetti e storie, scoprendo come nel gioco si nasconde già la magia del teatro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.