ROVERBELLESE NON APRE ALL’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO: ARRESTATO PER RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE

casa circondariale di mantovaRoverbella, 27 marzo – Scene da film quelle vissute oggi a Roverbella! Carabinieri, Polizia Locale e Vigili del Fuoco fuori dall’abitazione di un 63enne che vive insieme agli anziani genitori.

Già la settimana scorsa l’assistente domiciliare, incaricato dal Tribunale di Mantova a verificare le condizioni di salute dei genitori, aveva avuto non poche difficoltà per svolgere il proprio lavoro.

Oggi però, all’ennesimo rifiuto, è stato indispensabile richiedere l’aiuto delle istituzioni per poter accedere all’interno dell’abitazione.

Nonostante una prolungata opera di persuasione e convincimento, l’uomo ha deciso di schiudere la porta soltanto quando ha percepito che i vigili del fuoco erano in procinto di forzare la porta.

In quegli istanti i carabinieri della Stazione di Castel d’Ario e gli agenti di Roverbella sono entrati per tentare di far ragionare il soggetto che, invece di calmarsi, ha iniziato ad inveire, insultare e spintonare gli operanti.

Dopo una brevissima colluttazione, fortunatamente senza feriti, il 63enne è stato bloccato, ammanettato e accompagnato presso la Casa Circondariale di via Poma.

Domani sarà celebrato il rito direttissimo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.