COLDIRETTI MANTOVA IN AIUTO ALE AZIENDE ZOOTECNICHE CONTRO LA CRISI DEL LATTE

Incontri di formazione sul territorio. Carra: nuovo strumento per la tutela del reddito

MUCCA

Mantova, 17 giugnoColdiretti Mantova promuove una formula innovativa di sostegno delle aziende zootecniche del settore lattiero, attraverso il Fondo mutualistico agevolato per la tutela dei redditi degli allevatori.ALLEVATORI

In questi giorni Coldiretti Mantova incontrerà i produttori, con un calendario fitto di riunioni (con al massimo 6-7 persone per assicurare il rispetto delle norme anti-Covid), per spiegare come funziona il nuovo strumento di tutela, legato all’Associazione regionale dei Consorzi di Difesa della Lombardia (alla quale aderisce anche il Codima).

Il Fondo mutualistico è uno strumento agevolato di gestione del rischio previsto dal Regolamento comunitario 1305/2013 che, a fronte di una crisi del settore, consente agli allevatori aderente di tutelare i propri redditi qualora il reddito individuale si riduca di oltre il 20% rispetto al reddito storico, a causa di una riduzione del prezzo del latte o di un incremento dei costi di produzione.

Più in particolare, il Fondo mutualistico si attiva quando si realizza congiuntamente una crisi di mercato con un calo dei redditi di oltre il 15% e una perdita per l’allevatore, nell’anno di riferimento, di oltre il 20% rispetto al proprio reddito medio, calcolato sugli ultimi tre anni più recenti oppure sugli ultimi cinque anni, scartando l’anno più alto e quello più basso, spiega Coldiretti Mantova.

La quota annuale per partecipare al fondo è, per ogni allevatore, pari al 30% del dovuto; il restante 70% è costituito dal contributo erogato dall’Unione europea, come previsto dal Regolamento comunitario. “L’adesione al Fondo mutualistico – afferma Marco Carrara, direttore del Codima – dovrà avvenire entro il prossimo 30 giugno”.

Paolo Carra Coldiretti Mantova

“Coldiretti Mantova – afferma il presidente Paolo Carra – desidera favorire la conoscenza di questo strumento, invitando i produttori di latte a considerare tra le formule in grado di migliorare la competitività delle aziende anche i servizi innovativi di tutela del reddito promossi a livello regionale e sostenuti dall’Unione europea. Oggi, in una fase particolarmente delicata per il prezzo del latte e i listini dei grandi formaggi Dop del territorio, è fondamentale orientarsi verso scelte imprenditoriali efficaci, in modo da garantire continuità aziendale e pianificare serenamente il futuro delle aziende familiari lattiere”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.