LA MILANESIANA torna a Milano con la serata “GUERRE E OMISSIONI”: letture di JOHN COETZEE, SANDRO VERONESI, EDOARDO NESI e PETROS MARKARIS

LA MILANESIANA, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, torna a Milano il 19 luglio all’Arianteo Palazzo Reale (Piazza del Duomo, 12) con la serata dedicata a “GUERRE E OMISSIONI” e le letture di JOHN COETZEE (Premio Nobel per la Letteratura 2003), SANDRO VERONESI (Premio Strega 2006 e 2020), EDOARDO NESI (Premio Strega 2011) e PETROS MARKARIS.

A seguire, il concerto di GIUSEPPE GIBBONI al violino (Premio Paganini 2021) e CARLOTTA DALIA alla chitarra classica.

Interverrà RICCARDO ILLY.

Inizio ore 21.00. Ingresso € 5. Biglietti disponibili su: https://www.spaziocinema.info/film/guerre-e-omissioni In collaborazione con DAMMANN FRÈRES.

L’appuntamento sarà visibile anche in streaming su Corriere.it e sul canale Facebook de La Milanesiana.

John Coetzee – È nato in Sudafrica nel 1940 e cresciuto tra il Sudafrica e gli Stati Uniti. Ha pubblicato oltre quindici volumi di narrativa, oltre a lavori di critica e a traduzioni. Tra i numerosi premi ricevuti, ricordiamo la vittoria del Booker Prize (due volte) e, nel 2003, il Premio Nobel per la letteratura. Attualmente vive in Australia. Nel cuore del Paese è il suo libro più recente.

Sandro Veronesi – (Firenze, 1959) è laureato in architettura. Ha pubblicato: Per dove parte questo treno allegro (1988), Live (1996, nuova edizione 2016), Gli sfiorati (1990), Occhio per occhio. La pena di morte in quattro storie (1992), Venite venite B–52 (1995, nuova edizione 2016), La forza del passato (2000, nuova edizione 2020,premio Campiello e premio Viareggio-Rèpaci), Ring City (2001), Superalbo (2002), No Man’s Land (2003, nuovaedizione 2016), Caos calmo (2005, nuova edizione 2020, premio Strega, Prix Fémina e Prix Méditerranée), Brucia Troia (2007, nuova edizione 2016), XY (2010, premio Superflaiano), Baci scagliati altrove (2012), Viaggi e viaggetti (2013), Terre rare (2014, premio Bagutta), Non dirlo. Il Vangelo di Marco (2015), Un dio ti guarda (2016), Cani d’estate (2018). Con il romanzo Il colibrì (2019), ha vinto per la seconda volta il premio Strega. In corso di traduzione in 26 lingue, il romanzo si è aggiudicato inoltre il Prix du livre étranger 2021 France Inter / Le Point. Sandro Veronesi ha collaborato con numerosi quotidiani e riviste letterarie. Attualmente collabora con il “Corriere della Sera”. Ha cinque figli e vive a Roma.

Edoardo Nesi – Ha pubblicato Fughe da fermo (1995), Ride con gli angeli (1996), Rebecca (1999), Figli delle stelle (2001), L’età dell’oro (2004, premio Bruno Cavallini; finalista premio Strega 2005), Per sempre (2007), Storia della mia gente (2010, premio Strega 2011), Le nostre vite senza ieri (2012), L’estate infinita (2015), La mia ombra è tua (2019), e Economia Sentimentale (2020). Con Guido Maria Brera ha pubblicato Tutto è in frantumi e danza (2017). È il traduttore italiano del romanzo di David Foster Wallace Infinite Jest. Ha scritto e diretto il film Fughe da fermo (2001).

Petros Markaris è nato a Istanbul nel 1937. Ha collaborato con Theo Angelopoulos a diverse sceneggiature, tra cui L’eternità e un giorno, Palma d’oro a Cannes nel 1998. I romanzi con protagonista il commissario Kostas Charitos hanno incontrato un grande successo di lettori. Presso La nave di Teseo ha pubblicato L’assassinio di un immortale (2016), I labirinti di Atene (nuova edizione 2017), Il prezzo dei soldi (2017), La lunga estate calda del commissario Charitos (nuova edizione 2017), Io e il commissario Charitos (nuova edizione 2018), L’università del crimine (2018), Diario di un’eternità. Io e Theo Angelopoulos (2018), La balia (nuova edizione 2019), Il tempo dell’ipocrisia (2019), L’omicidio è denaro (2020), Prestiti scaduti (nuova edizione 2021), Quarantena (2021) e L’esattore (nuova edizione 2022).

Giuseppe Gibboni – (2001) si diploma a 15 anni con 10 Lode e Menzione d’Onore sotto la guida del M° Aiello. Attualmente studia nella classe del M° Pierre Amoyal al Mozarteum di Salisburgo.

Ha partecipato a vari concorsi nazionali ed internazionali classificandosi sempre al I° posto. Spiccano tra questi: nel 2016, il XXIII Concorso Internazionale Violinistico A. Postacchini; nel 2017, l’International Competition L. Kogan (Bruxelles); il 3° premio (con I° non assegnato) al prestigioso G. Enescu International Violin Competition di Bucarest. Vince inoltre il 56º Premio Paganini di Genova, oltre al premio speciale per la miglior esecuzione del concerto di Paganini, premio speciale per il maggior riconoscimento da parte del pubblico, premio speciale per la miglior interpretazione dei Capricci di Paganini.

Si è esibito in qualità di solista in vari Teatri e sale prestigiose in Italia e all’Estero. Nel 2017 ha ricevuto un riconoscimento della Camera dei Deputati nella giornata nazionale della Musica con il Premio Internazionale “Charlot” come giovane promessa della musica.

Nel Novembre 2021 debutta con il Concerto per violino e orchestra di Tchaikovsky con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Nel Dicembre 2021 si esibisce in duo con la chitarrista Carlotta Dalia a Dubai Expo per conto del Ministero della Cultura Italiana, e sempre a dicembre in duo si esibisce su invito del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella presso il Palazzo al Quirinale alla Cappella Paolina, in diretta RadioRai3. Nel 2022 è protagonista all’inaugurazione di Ferrara Musica, Mantova Musica, e debutta come solista con l’Orchestra della Fondazione lirico sinfonica del Teatro Comunale di Bologna.

Carlotta Dalia – (Grosseto, 1999) Intraprende lo studio della chitarra classica all’età di 8 anni con il M°Benedettelli, proseguendo i suoi studi sotto la guida dei M° Desiderio, MMarchione e del Mº Bandini. Attualmente studia nella classe di Laura Young presso il Mozarteum di Salisburgo. Ha tenuto il suo primo recital solistico all’età di 12 anni e si è esibita in Festival e Stagioni concertistiche in Italia e all’Estero. All’età di 16 anni ha inciso il suo primo CD, Gran Solo. Nel 2018 ha pubblicato il suo secondo disco per la rivista musicale “Suonare News”. Nel 2020 ha registrato due nuovi progetti discografici, per DotGuitar/CD, Angelus Ida Presti complete solo guitar. Nel 2021 l’etichetta discografica DotGuitar/CD le intitola una collana, la Carlotta Dalia Edition, contenente 3 CD. Partecipa al progetto di Sergio Assad dal titolo “The Wall”, con artisti del calibro di Yo-Yo Ma. Dall’inizio del suo percorso artistico ha vinto più di 40 premi in Concorsi Nazionali ed Internazionali, tra cui: nel 2017, il 1° Premio e Premio del Pubblico al Concorso Internazionale “Uppsala Guitar Competition” (Svezia); nel 2019, il 1° Premio, Premio Speciale come miglior interprete italiano e Premio Speciale per la migliore interpretazione di un brano di Leo Brouwer al Concorso Internazionale “Niccolò Paganini” (Parma); nel 2020, il 1° Premio all’International Altamira Guitar Competition (Hong Kong); sempre nel 2020, il 1° Premio all’International Florida Guitar Competition (Miami); il 1º Premio al Concurso International de Guitarra de Madrid 2021.

Riccardo Illy – È Presidente di Polo del Gusto alla quale Gruppo Illy ha conferito le società extra-caffè Dammann Frères (tè), Domori (cioccolato), Mastrojanni (vino), Agrimontana (frutta conservata) e Pintaudi (biscotti). È, inoltre, Presidente di Mastrojanni e Vice Presidente di Agrimontana. Parallelamente all’attività di imprenditore, a partire dagli anni ’90 Illy intraprende la carriera politica, diventando Sindaco di Trieste, Deputato del Parlamento Italiano e Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nonché Presidente dell’Assemblea delle Regioni Europee. Illy è anche giornalista pubblicista e autore di diversi libri. È Console Onorario della Repubblica Francese a Trieste. È stato nominato per Prestat (produttrice inglese di praline controllata da Domori) “Royal Warrant Holder”, marchio distintivo dei fornitori della Casa Reale.

La Milanesiana è il più grande festival itinerante che promuove il dialogo tra le arti e quest’anno torna con la sua 23esima edizione dedicata al tema OMISSIONI.

Un festival di respiro internazionale che tesse relazioni tra letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia, teatro, diritto, economia e sport e che anno dopo anno diventa sempre più protagonista delle estati italiane.

Dal 4 giugno al 3 agosto, La Milanesiana infatti arriverà in 20 città diverse con oltre 60 incontri ed eventi, accogliendo più di 150 ospiti italiani e internazionali.

Come in tutte le edizioni, l’arte ricopre un ruolo importante all’interno del Festival che quest’anno ospiterà ben 9 mostre in tutta Italia, dal 4 giugno al 15 settembre. I cataloghi delle mostre ospitate quest’anno da La Milanesiana sono editi dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi.  

La Rosa dipinta da Franco Battiato, che fin dalla prima edizione è il simbolo de La Milanesiana, è stata rielaborata anche quest’anno da Franco Achilli.

La Milanesiana è organizzata da Imarts International Music and Arts Fondazione Elisabetta Sgarbi, con il Patrocinio del Comune di Milano e della Regione Lombardia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.