LA CONFRATERNITA DEL CAPUNSEL FESTEGGIA I 1000 ANNI DELLA ROCCA DI SOFERINO IN PIAZZA CON 1000 PIATTI DI CAPUNSEI IN DEGUSTAZIONE

SOLFERINO – Storia, cultura, tradizione e memoria sociale sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano la ricorrenza che a Solferino sarà festeggiata domenica 18 settembre ovvero i 1000 anni della Rocca che conta all’interno della propria area anche il colle del Memoriale della Croce Rossa.

Un evento che richiamerà nel noto centro collinare numerose persone anche perché per l’occasione l’associazione della Confraternita del Capunsel, piatto tipico del luogo che dispone della De.Co, proporrà un’iniziativa promozionale che ben si coniuga con la ricorrenza.

I promotori avranno al proprio fianco per dare il giusto risalto all’iniziativa anche il Touring Club Italia, i volontari di altre realtà locali vale a dire la Pro Loco, l’Associazione Solferino Beerfest, ComuniKazione, Solferino Europa, Associazione militari in congedo di Cavriana e Comitato Croce Rossa di Solferino mentre il Comune ha dato il proprio patrocinio.

Lo stand sarà allestito in piazza Castello, come del resto anche quelli delle altre associazione, a pochi passi dalla Rocca e del Colle del Memoriale della Croce Rossa e la distribuzione del piatto tipico locale avverrà dalle 11:00 alle 20:00 anche d’asporto e fino ad esaurimento scorte.

Il gruppo di appassionati cultori delle tradizione gastronomiche locali e volontari guidato da Giasone Girola ha ideato un progetto che si tradurrà nella distribuzione del capunsel e di altri prodotti tipici locali.

La formula adottata per l’occasione avrà una peculiarità ben precisa ovvero per ogni porzione di capunsel venduta, al costo di 6 euro, ne sarà offerta gratuitamente una seconda; stessa cosa dicasi per il dolce (la sbrisolona e il busulà di Solferino che dispone della De.Co.) e per l’acqua.

L’obiettivo primario di questa iniziativa, alla sua prima edizione, è quello di stimolare le persone a visitare Solferino per apprezzarne i suoi molteplici punti forza, da quello paesaggistico ambientale a quello storico e culturale e a quello enogastronomico.

Uno sforzo che si tradurrà nella preparazione di 2000 porzioni di Capunsel alla Solferinese che i promotori auspicano, tenuto conto della formula scelta, ottenga il sold out nell’arco dell’intera giornata.

Sin da quando è nato, nel 2004, il gruppo solferinese ha rivolto il proprio impegno divulgativo, attraverso la promozione e valorizzazione del capunsel, è andato ben oltre al piatto in sé.

Girola e soci, infatti, hanno lavorato in questi anni perché parlando del capunsel, prodotto “povero” come ingredienti e semplice nella sua preparazione, si dia risalto anche alla capacità di una comunità come quella solferinese di saper stare al passo coi tempo mantenendo comunque intatte quelle che sono le sue caratteristiche socioeconomiche.

Per quel che concerne la Rocca e l’area circostante, essa ha rivestito nelle varie epoche ruoli di primo piano, dalla difesa del territorio durante nei periodi bellici, in particolare nella seconda guerra d’Indipendenza con la famosa battaglia di Solferino e San Martino del 24 giugno 1859, a punto di riferimento storico e artistico.

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.