“L’arte italiana dalla terra alla tavola” alla Casa Museo Sartori di Castel D’Ario

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

di G.Baratti

La Casa Museo Sartori di Castel d’Ario (Mn), via XX Settembre 11/13/15, dal 19 aprile al 31 maggio 2015 presenta la rassegna “L’arte italiana dalla terra alla tavola”.

La mostra nasce da un’idea e progetto di Adalberto Sartori e gode dei patrocini di Padiglione Italia Expo Milano 2015, Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Comune di Castel d’Ario, Comune di Mantova e Associazione Pro Loco Castel d’Ario.

Le opere esposte sono 133, tra dipinti, sculture, ceramiche, acquerelli e incisioni realizzate dagli artsti: Ernesto Achilli – Maria Agozzino – Cesare Baldassin – Paolo Baratella – Carlo Barbero – Nevio Bedeschi – Enzo Bellini – Federico Bellomi – Flavia Belò – Simon Benetton – Antonella Bertoni – Lino Bianco – Gino Bogoni – Marco Borgianni – Fabrizio Breschi – Tindaro Calia – Sabina Capraro – Pietro Cardone – Claudio Cattaneo – Manlio Chieppa – Stefano Ciaponi – Franco Cimardi – Pasquale Cipolletta – Renato Coccia – Giuseppe Coda Zabetta – Carla Collesei Billi – Vasco Corradelli – Beatrice Corradi Dell’Acqua – Simone Rossano Cortellazzi – Piero Costa – Nicola Costanzo – Teodoro Cotugno – Diego D’Ambrosi – Walter Davanzo – Marcello Della Valle – Giuseppe De Luigi – Gioxe De Micheli – Luigi Desiderati – Valerio Diani – Alessandro Docci – Gian Paolo Dulbecco – Otello Fabri – Giovanni Faccioli – Giuseppe Facciotto – Renzo Ferrarini – Massimo Ferri – Ilario Fioravanti – Rodolfo Fonsati – Memo Fornasari – Gino Forti – Ugo Frigo – Barbara Galbiati – Renato Galbusera – Alberto Gallerati – Anna Ghisleni – Roberto Giannotti – Aurelio Gravina – Alfio Paolo Graziani – Denis Guerrato – Salvatore Jemolo – Ernesto Lombardo – Enrico Longfils – Giovanni Lo Presti – Luca (Luca Vernizzi) – Iacopo Luchini – Riccardo Luchini – Sonia Lunardelli – Rino Luppi – Elisa Macaluso – Andrej Maksimjuk – Gianni Mantovani – Licia Mantovani – Leopoldo Marciani – Renzo Margonari – Patrizia Masserini – Vito Melotto – Antonio Miano – Luciano Migliorati – Mario Minarini – Giovanni Minuti – Anna Moccia – Giulio Mottinelli – Roberta Musi – Ezio Mutti – Alessandro Nastasio – Sandro Negri – Impero Nigiani – Lisa Nocentini – Giordano Nonfarmale / Male – Fabrizio Orlandini – Goliardo Padova – Vilfrido Paggiaro – Ideo Pantaleoni – Piero Paoli – Enrico Paolucci – Mario Paradiso – Carlo Pescatori – Brenno Pesci – Paolo Petrò – Mariano Pieroni – Ylli Plaka – Carlo Previtali – Roberto Rampinelli – Laura Rebagliati – Liberio Reggiani – Lucilla Restelli – Teresa Rezzaghi – Maurizio Romani – Nicola Romilio – Chiara Rossato – Giorgio Rossi – Edoardo Salvestrini – Leonardo Santoli – Daniela Savini – Giorgio Scano – Giordano Scaravelli – Anna Somensari – Paolo Soragna – Franco Tarantino – Giuseppe Tecco – Togo – Eugenio Tomiolo – Antonio Tonelli – Natalino Tonelli – Vito Vaccaro – Diego Valentinuzzi – Alberto Venditti – Carlo Vitale – Marco Zambrelli – Enzo Zanetti – Domenico Zangrandi – Zelda (Elda Zanferli) – Carlo Zoli.

L’arte italiana dalla terra alla tavola, come spiega Maria Gabriella Savoia “è stata l’occasione di “Expo 2015” a Milano, a stimolarci ad organizzare una rassegna espositiva legata al tema dell’alimentazione. Abbiamo richiesto il patrocinio di Expo Milano 2015, e con grande soddisfazione lo abbiamo ottenuto nel contesto di Padiglione Italia; questo ci ha confermato l’interesse che la manifestazione avrebbe potuto manifestare. Così partendo dal titolo “L’arte italiana dalla terra alla tavola”, che ci è sembrato azzeccato, abbiamo cominciato ad invitare artisti di valore che già nella loro pittura o scultura, potevano aver trattato o avrebbero potuto trattare questo tema. Il risultato, oggi, ci sembra raggiunto, oltre 130 artisti (o gli eredi per gli artisti scomparsi), hanno aderito consegnandoci significative opere per la realizzazione di questa rassegna. L’ambito preso in considerazione è molto esteso, e così abbiamo lasciato la massima libertà ai singoli artisti di realizzare espressamente o di scegliere tra le opere già eseguite, il dipinto o la scultura che meglio li potesse rappresentare nell’occasione della riflessione sulla problematica alimentare, ma sicuramente per noi motivo di festa. (…)

INGRESSO LIBERO — Orari: Sabato 15.30-19.30 – Domenica 10.30-12.30 / 15.30-19.00. Info: 0376.324260 Sede: Casa Museo Sartori – Castel d’Ario (Mn), via XX Settembre, 11/13/15

Rispondi